Donna di 62 anni, vita attiva lavorativa, a 20 anni grave forma di tbc renale con vescica compromessa, guarita ma la vescica è rimasta danneggiata, da allora incontinenza da urgenza, ho fatto decine di esami clinici e strumentali, niente da fare, da anni dormo col pannolone, di giorno bene o male riesco a correre in bagno quando avverto lo stimolo.... Leggi di più ma non si contano le volte in cui non ce l'ho fatta e 'me la sono fatta addosso' con mio grande disagio comprensibile, ho dovuto ridurre al minimo la vita sociale, se non ho la prospettiva di trovare un bagno entro 2 ore al max nemmeno mi muovo di casa, ormai convivo con questo disagio, non riesco a parlarne col mio medico, credo che per me non ci siano speranze, in passato mi han detto che la mia è una vescica ribelle a ogni trattamento e me la devo tenere così, è vero poi? posso fare ancora qualcosa?