12-06-2017

Trauma cranico assonale

Salve dottore. Sono la fidanzata di un ragazzo di 30 anni. Il 10 giugno 2016 ha fatto un incidente con l'auto. Diagnosi: trauma cranico con danno assonale. Dopo tutti questi mesi di terapie continue è passato dalla sedie a rotelle al girello, poi alla stampella e ora al bastone. Fortunatamente non ha riportato danni cognitivi, ha un emiparesi al lato sx, parla a rilento e ha la diplopia che sembra stia migliorando da sé. Fisiatri e neurologi oggi, a distanza di quasi un anno, ci hanno detto che deve fare terapie di mantenimento e che deve passare solo il tempo. Volevo solo sapere se questa emiparesi è un danno irreversibile o può migliorare con il tempo? Grazie anticipatamente per la vs attenzione. Distinti saluti.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

Prevedere il futuro sul singolo caso è impossibile. Statisticamente, il danno è molto probabilmente in gran parte irreversibile, anche se si può sperare in un qualche parziale recupero (ad esempio la diplopia).

TAG: Chirurgia | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Neurologia