Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-09-2006

Tre anni fà ho fatto la visita agonistica e

Tre anni fà ho fatto la visita agonistica e facendo l'elettrocardiogramma il dottore mi ha trovato dell'extrasistole frequenti, anche bigemine.Io non ho mai sentito niente e continuo a non sentire niente. Ho fatto l'eco e il dottore ha trovato il cuore eccessivamente grande in proporzione alla mia corporatura, con l'apice del ventricolo destro quasi fermo. Sono stato ricoverato e sottoposto a più esami. elettrocardiogramma sotto sforzo che ha dimostrato che le extrasistole sotto sforzo spariscono. la risonanza magnetica che non è servita a molto perchè non ha escluso né la miocardite né la displasia del ventricolo destro. Dopodichè sono stato sottoposto all'esame elettrofisiologico. nella quale ho risposto bene, ma alla fine mi hanno provocato un arresto cardiaco con una scossa maggiore, è partita un extrasistola maligna, ma il dottore ha detto che a un voltaggio così alto capita al 50% dei pazienti. in seguito dovevo decidere se fare la biopsia per vedere se si trattava di miocardite o altro. ho deciso di non farla, faccio un controllo ogni 6 mesi e prendo due pasticche di betabloccanti al giorno per tenere sotto controllo le aritmie irregolari. ho fatto due controlli. è passato un anno e mezzo, e il cuore è regredito visto che ho anche smesso di fare sport, ma le extrasistole sono sempre uguali. ora ho fatto di nuovo l'holter e stò aspettando le risposte. se potete aiutarmi a capire... cos'è che ha provocato queste extrasistole? una miocardite? e perchè non vanno via? può essere una miocardite cronica? una displasia del ventricolo destro? la displasia era stata esclusa dalla risonanza magnetica. c'è una possibilità che vadano via? nell'eventualità si trattasse di miocardite si può curare? e la displasia? sono molte domande ma sono assillato sa questo problema! vi ringrazio per l'aiuto.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il problema che descrive è stato già studiato adeguatamente, ma se rimangono dubbi sulla origine della cardiopatia l’unico esame per rispondere alle sue domande è proprio la biopsia endomiocardica: l’ipotesi di una pregressa miocardite è possibile. Attualmente la terapia è razionale e le extrasistoli non sono preoccupanti, sebbene controindichino l’attività sportiva agonistica.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!