Salve sono una ragazza di 24 anni a ottobre ho avuto un episodio di tromboembolia polmonare probabilmente dovuto all'assunzione di una nuova pillola estroprogestinica . La trombosj ha occluso iliaca femorale anche esterna poplitea e gemellari, l'embolia invece era diffusa bilaterale e la pressione arteriosa media polmonare era 40 mmHg . Da allora... Leggi di più sono in cura con xarelto 20mg e terapia elastocompressiva 2 classe, e tre mesi fa ho fatto il doppler agli arti inferiori e la trombosi risulta essere risolta del tutto, secondo il chirurgo potrei anche interrompere lo xarelto previa verifica dello stato di salute dei polmoni. La mia domanda è come faccio a sapere che non incorrero' in una sindrome post trombotica e che potrò fra pochi mesi togliermi le orribili e scomode calze che per una ragazza della mia età sono davvero una pena senza conseguenze per l'estetica e funzionalità della mia gamba? Il chirurgo sul referto non ha scritto niente sullo stato delle valvole venose o riguardo un'eventuale insufficienza. Dovrei chiedere un secondo consulto? E riguardo allembolia come faccio a sapere che si è risolta ? Ogni tanto accuso ancora tosse secca, qualche palpitazione soprattutto quando comincio esercizio fisico e un lieve dolorino al centro del petto che mi ricordano il mio stato quando mi è venuta a parte la dispnea sotto sforzo che non c'è più. Dovrei fare un' altra ecocardiografia? Ringrazio chi mi risponderà...