Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-02-2013

Una sinusite odontogena può essere drenata dal meato medio

Buonasera, cortesemente volevo porre un quesito. Anni fa, qualcosa come 6 o 7 anni fa il mio dentista mi devitalizzò un molare e mi fece la capsula. Durante la devitalizzazione non trovò uno dei canali ma disse che a volte capitava e proseguì. Passò il tempo ed io avevo sempre fastidi al dente, guancia gonfia e amaro in bocca proveniente dalla gola o dal seno mascellare. Ci tornai un'infinità di volte e mi disse sempre che era tutto a posto indirizzandomi per i miei fastidi verso altri controlli. Mi disse di ricercare le cause verso le ghiandole salivari ed io feci ecografie e controlli costanti avendo trovato anche linfonodi infiammati e ingrossati pur non trovando le cause. Feci allora un'infinità di altre ricerche ortopanoramiche, lastre facciali e continue visite oculistiche per fastidi all'occhio, ma alla fine fu un coro comune che non era nulla e dovevo conviverci, finchè un giorno mi è scoppiato un improvviso mal di denti. Mi recai da un altro dentista vicino casa che disse che il dente sembrava essere a posto ma lui mi consigliava di fare un dentascan. Faccio il dentascan il cui esito è stato...-----"l'indagine Tc dentascan arcata superiore viene condotta con scansioni assiali continue, ricostruzioni elettroniche panorex e sezioni radiali di completamento.Il solco nasopalatino si documenta dalla sezione radiale 26 alla sezione radiale 27,Parziale edentulia dell'emiarcata sinistra.Nella sede del 26-sezione radiale 41-d'altezza è di 4 mm , lo spessore della cresta alveare di 5mm.nella sede del 16 ipodensità apicale riconoscibile dalla sezione radiale 10 alla sezione eadiale 14 con discontinuità nella sezione radiale 12 per condizione di fistola oroantrale. Il reperto si riconosce nella sezione radiale 13 con continuità dell'ipodensità a livello della base del seno mascellare, interessato da ipodensità diffusa di sinusite.L'altezza della cresta alveolare è a destra di 4mm con spessore di 10 mm.Il rilevamento della densità ossea corrisponde a valori intermedi a destra nella sede 15-16 di 625.31 U:H: per densità di tipo D3.Conclusioni nella sede 16 discontinuità del pavimento del seno mascellare per distrettuale condizione di fistola oroantrale nel contesto di una sinusite del mascellare." ----- Questo dentascan porta la data dell'11/06/2011, ed il 15/06/2011 il mio dentista ha proceduto all'estrazione dentaria, mi aveva detto che avrebbe proceduto anche ad un drenaggio sinusale, che poi non ha effettuato in quanto mi ha detto durante l'estrazione che avrei perso molto sangue e riteneva intanto di chiudere il tutto inserendo anche del materiale di riassorbimento per poi eventualmente procedere successivamente al drenaggio quando la gengiva era guarita. La fistola tra l'altro il mio dentista mi ha detto che analizzando il dentascan ed anche il dischetto allegato non la vedeva e anche gli otorini da me consultati, che hanno visto però solo il dentascan ma non il dischetto allegato, mi hanno confermato di non trovarla. Son tornata più volte dal mio dentista il quale mi ha detto che lui non riteneva di intervenire per lo spurgo in quanto pensava che dopo l'estrazione sarebbe andato tutto a posto da solo e che in poco tempo mi avrebbe rimesso anche il dente. Io però sentivo di non essere completamente guarita anche perchè continuavo a ritrovarmi come del pus in bocca che sentivo scendere dal lato destro presumibilmente dal seno mascellare o non so.Non migliorando gli ho chiesto di fare lo stesso lo spurgo ma lui mi ha detto che non si può più fare perchè si è chiuso l'osso.Il tempo passa e, a parte che non ho ancora rimesso il dente, ma io continuo a trovare pus e amaro in bocca e ad avere bruciore nella parte alta della narice, continuo a sentire cattivo odore dalla narice ed ora anche ad avere mal di testa a destra e ieri ho avuto una manifestazione che mi ha allarmata in quanto per delle ore con l'occhio destro vedevo delle righe e quadretti colorati traballanti a destra dell'occhio.Non ho rifatto il dentascan di controllo successivo all'estrazione in quanto ho già fatto un'infinità di lastre e esami in testa in quanto anni fa ebbi un problema analogo al seno mascellare sinistro per allergia all'amalgama e dovetti essere anche operata al seno mascellare sinistro ed ho dovuto fare tac, risonanza magnetica, varie facciali, ortopanoramiche ed altro ed il mio medico generico nonchè il mio oculista mi consigliano di evitare ulteriori esami invasivi. Mi scuso se mi sono dilungata troppo e spero di esser riuscita ad esser chiara, gradirei sapere secondo voi quale è la strada che devo intraprendere, a che danni posso andare incontro e se devo prendere antibiotici come dice il mio generico perchè è solo sicuramente un po' di sinusite o cosa altro posso fare per evitare ulteriori danni e non rischiare intervento?Grazie per l'attenzione.
Risposta di:
Dr. Francesco Gedda
Specialista in Otorinolaringoiatria
Risposta

Se il suo dentista ritiene che nessuna cura ulteriore debba essere eseguita sul suo dente, ma lei continua ad avere dei disturbi, può valere la pena di prendere in considerazione un drenaggio per via endoscopica (che è competenza otorinolaringoiatrica).

TAG: Otorinolaringoiatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!