Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18-12-2017

Una sorta di "lesioncina" nell'interno coscia

Gentile dottore sono un uomo di 35 anni (90kg per 170cm).

Al momento mi sembra di essere in discreta salute, sto seguendo un rinforzo del sistema immunitario per evitare i malanni di stagione.

Nel weekend ho conosciuto una ragazza in discoteca e oggi ci siamo visti a casa sua e abbiamo avuto un rapporto sessuale (protetto).

Tutto bene se non che, in serata, tornato a casa, mentre mi asciugavo dopo una doccia ho sentito un fastidio sulla parte interna della coscia e ho notato come una piccola ferita ( a circa 4 dita di distanza dall'attaccatura della zona pubica e nella parte quasi posteriore della gemba).

Non ho sangue, è come se fossi un pò spellato e si vede del rosso, ho disinfettato con un pò di alcol e ho avuto un pò di bruciore nel farlo (ma niente di eccessivo, giusto un pizzicore).

In un'altra situazione l'avrei etichettata come una sorta di lesione per strusciamento delle cosce (visto il mio peso non sono infrequenti gli arrossamenti), ma poichè me ne sono accorto un paio d'ore dopo aver consumato un rapporto sessuale occasionale (e non aver fatto altra attività fisica se non proprio quattro passi) mi sono abbastanza preoccupato.

Non credo che per tempistica (situazione troppo ravvicinata) possa essere qualcosa di "sessuale" (mi era venuta in mente la sifilide perchè leggevo che il virus entra nelle lesioni cutanee ma non credo che lasci un segno simile dopo una sola ora) e non mi sembra neanche che la zona fosse entrata in contatto col corpo della partner.

Non posso escludere di aver avuto questa "ferita" prima di uscire questa mattina perchè me ne sono accorto questa sera dopo la doccia solo perchè sentivo del fastidio. Il mio timore è che usando i sanitari a casa della partner posso aver contratto qualcosa visto che non so il bidet quanto fosse pulito (all'occhio sì ma non so chi altro ci possa essere passato) e la zona di contatto del bidet tocca proprio la ferita (e lo stesso ho usato un asciugamano da lei fornitomi, spero pulito, ma non ho certezze).

Mi scuso se la domanda è sciocca ma sono una persona che si agita molto facilmente.

Secondo lei è solo paranoia? Oppure devo fare qualche esame di controllo perchè c'è qualche rischio?

Grazie anticipatamente per l'attenzione.

Risposta di:
Dr. Emanuele De Vietro
Specialista in Psichiatria e Psicologia ad indirizzo medico
Risposta

Salve,

mi sembra ipotizzabile un tema ipocondriaco, le persone che soffrono di ipocondria o disturbo d’ansia per la salute, infatti, sono costantemente preoccupate di avere una malattia grave e cercano informazioni e rassicurazioni costanti sui sintomi che provano o sulle malattie temute. Come reazione a queste paure, le persone affette da ipocondria si sottopongono a numerosi esami medici, che tuttavia non rassicurano davvero il paziente, se non nel breve periodo.

Alcune persone, al contrario, sono talmente spaventate dall’idea di avere un problema grave da evitare qualunque visita medica o accertamento, pur continuando a preoccuparsi. Un buon terapeuta cognitivo comportamentale è sicuramente utile per gestire queste problematiche.

Saluti

TAG: Psicologia | Psicosomatica | Salute mentale | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!