14-07-2003

Utero ingrossato

Ill.mo Dottore, circa un mese fa, tramite un'ecografia mi è stata diagnosticata una ciste ovarica nell'ovaio sx e un utero ingrossato in tutta la sua forma. Vorrei sapere se l'ingrossamento dell'utero implica la presenza di un fibroma. Il mio ginecologo mi ha assegnato una cura con la pillola "Femoston", e nel successivo ciclo le mestruazioni si sono presentate di nuovo abbondanti(persistono infatti per più di 6 giorni). Vorrei sapere se la cura è idonea al mio caso. Rischio un intervento per l'esportazione totale dell'utero?
Le analisi ormonali sono risultate nella norma, potrebbe essere un anticipo, il mio problema, della menopausa? Anticipatamente Ringrazio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Gentile signora, un utero ingrossato non implica necessariamente la presenza di fibromi. Può darsi che si tratti soltanto di un utero con una struttura fibromatosa. In linea di massima l’isterectomia (asportazione dell’utero) viene fatta se ci sono disturbi come emorragie, dolori, prolasso o altri problemi. Il Femoston è un farmaco che viene prescritto in perimenopausa. Provi ad assumerlo, come le ha suggerito il ginecologo e poi ne riparli con lui.
Ginecologia e ostetricia Salute femminile Sessualità e organi sessuali