18-04-2018

Valori amilasi alterati

Salve dottore,

Sono una donna di 37 aanni che per diversi.mesi ha sofferto di dolore ipocondrio dx irradiato alla spalla ho effettuato eco addome presenza di fango zona fundibulaee cistifellea con pareti ispessite , gastroscopia che rilevava gastro suodenite Helicobacter piloro negativo celiachia negativa effettuo terapia con inibitore pompa levopraid e riopan il solito gastrico passa ma il fastidio a dx addome superiore persiste a novembre lieve affezione transaminasi ripeto eco pareti ispessite colicisti effettuo terapia con deursil e cantabilin tad e samyr in vena i valori rientranoa.il dolore oggi nn o volta changio a distanza di due ore oppure subito dopo persiste . Tengo a precisare che le ho un alimentazione sana , pulita sono una sportiva dopo varie indagini colangio rmn esito negativo tac addome negativo ho fatto anche eco endoscopia perché negli ultimi mesi ho sempre lo stesso dolore etutti imedici che.mi hanno visitata trovavano Murphy positivo un iperamipasemia 248 e lipasi 86 in.oiu si è aggiunto un iprevolesterolemia 300 mangiando bollito.molto.pesce carne bianca interessata latticini ed uova il 9 marzo mi sono sottoposta a colicistectomia vpl che ha trovato una colicisti completamente adesa al duodeno ed infiammata .(aderenze)

Successivamente all'intervento in ospedale la sera facendo i prelievi le amilasi erano 99 ieri le ho dosate io nel laboratorio dove ho sempre fatto i prelievi ed erano 131 mi sono spaventata è vero che devo attenermi sempre allo stesso laboratorio? E in quanto tempo calano le amilasi visto che la lipasi è 48

Risposta di:
Dr.ssa Maddalena ZippiDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Risposta

Da quanto descrive sembra esserci solamente un aumento delle amilasi.

Il dolore che descrive non ha i caratteri veri e propri di quello di "tipo pancreatico". In aggiunta ha un aumento del colesterolo che potrebbe esserne anche la causa. Dato che gli enzimi pancreatici subiscono un'eliminazione per via renale, le consiglierei di dosare creatinemia ed azotemia.

Descrive una Colangio-RMN negativa ed un'ecoendoscopia negativa (sarebbe opportuno vedere le immagini e leggere i referti completi). Con questi dati, dandoli tutti per buono, sembrerebbe una forma benigna (sindrome di Gullo) dovuta ad un eccesso di grassi. Le consiglierei di seguire una dieta ipolipidica e di effettuare una visita da un pancreatologo (gastroenterologo esperto di pancreas). Effettuare i prelievi sempre al solito posto sarebbe corretto.

Cordiali saluti.

TAG: Adulti | Apparato Digerente | Dieta | Disturbi gastrointestinali | Ematologia | Esami | Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!