22-05-2018

Valori del fegato alterati

Buongiorno, sono una donna di 33 anni e come ogni anno ho fatto le analisi complete del sangue. I valori del fegato erano già parzialmente alterati lo scorso anno e feci un'eco addome dalla quale non risultò niente se non l'ipotesi delle troppe rabbie trattenute. Premetto che non ho la colecisti da 10 anni ma negli ultimi anni questi valori sono andati peggiorando. Li elenco non nella speranza che mi diate chissà quale responso, ma solamente per sapere se devo rivolgermi a un epatologo.

Nello specifico ho: AST (GOT) 52 ALT (GPT) 63 GAMMA GT 129 FOSFATASI ALCALINA 178 Ho anche la BILIRUBINA che non va bene TOTALE 1.26 DIRETTA 0.24 Ma quest'ultime penso non abbiano valori rilevanti e non c'entrino con le precedenti. Per il resto va tutto bene a parte una leggera anemia e la vitamina D molto carente. Grazie se potrete darmi un'indicazione. Saluti. Sara

Risposta di:
Dr.ssa Maddalena ZippiDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Risposta

I valori di bilirubinemia lievemente più alti, in particolare la parte "indiretta", possono configurare una forma benigna nota come Sindrome di Gilbert. Di contro, un lieve aumento degli indici di colestasi (gamma-gt, fosfatasi alcalina) e delle transaminasi, è meritevole di un approfondimento radiologico (per cominciare una classica ecografia del fegato e delle vie biliari). Esiste la possibilità di avere "bile densa" e piccoli calcoli nella via biliare principale. Le consiglio una visita gastroenterologica, dove il collega potrebbe decidere di prescriverle una Colangio-risonanza, anche per il discorso anemia. Per quanto concerne il deficit di vit D di rivolga ad un endocrinologo.

Cordiali saluti.

TAG: Adulti | Ematologia | Endocrinologia e malattie del ricambio | Epatologia | Esami | Fegato | Gastroenterologia | Radiodiagnostica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!