Salve, a mia madre di 79 anni, è stata riscontrata, dopo una dolorosissima colica biliare, la presenza di un calcolo di 2,6 cm. In passato non ha mai avuto coliche e per la presenza di quel calcolo, oggi diventato grande, si era sottoposta a cure con acido ursodesossicolico. La settimana scorsa, al termine delle attività di pronto soccorso, i... Leggi di più medici le hanno detto che il suo caso va urgentemente trattato con una colecistectomia. Ho visto che questo intervento riduce notevolmente la qualità della vita, modificando ritmi e stili di vita alimentare. Preciso che mia madre, escludendo il diabete, è affetta da ipercolesterolemia (ceruvastatina), problemi di tiroide (eutorox), tachicardia (Lobidiur), ha subito due anni fa intervento di chirurgia vascolare per una carotide (aspirina), esofagite (omeprazolo), stitichezza intermittente, problemi scheletrici a schiena e cervicale (infiltrazioni di lidocaina). Lo stato generale è sufficientemente tenuto in equilibrio con questa terapia farmacologica, secondo voi è opportuna la colecistectomia o si può tentare una terapia farmacologia con gli acidi desossicolici (urso oppure tauro)? Grazie anticipatamente per la risposta.