20-02-2017

Versamento pleurico

Gentilissimi dottori, mio marito da 2mesi ha tosse secca ,un mese fa fitte toraciche con dolore retrosternale.
Il medico curante prescrive klektica per 5 giorni poi rx che evidenzia un modico versamento pleurico. Altra cura antibiotica con ceftriaxone per 6 giorni. Dopo 3 settimane all'rx permane il modico versamento pleurico.
Esegue Tac con mezzo di contrasto riporto referto: presenza di area consolidativa parenchimale nell'apicale del lis,dorsalmente, con associate fini bronchiectasie cilindriche e reattivita pleurica che esita in consensuale imbottimento scissurale.
Modesta reazione pleurica basale controlateralmente.Grossolani tralci distelectasici,2 subcentimetrici noduli solidi nn calcifici in periscissurale e nel segmento ventrale del l'id.Accentuazione dei setti interlobulari periferici con prevalente disposizione locare inferiore bilaterale.Ispessimenti pleurici apicali in esiti.
Fitta granulia linfonodali all'emergenza dei vasi aortica.
Lieve ispessimento del tessuto adiposo mediastinico anteriore/regione tipica.
Siamo in attesa di visita pneumologia, è qualcosa di preoccupante?

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Suo marito ha avuto probabilmente una pleuropolmonite a lenta risoluzione, anche perché coesistono bronchiectasie - c'erano prima della polmonite - in cui, ristagnando il catarro bronchiale, questi si infetta facilmente perché è un ottimo terreno di cultura per i germi. Il pneumologo probabilmente farà fare anche esami dell'espettorato (germi comuni, Bacilli alcool-acido resistenti, citologico), una Mantoux e le prove di funzionalità respiratoria. Cordiali saluti.

TAG: Apparato Respiratorio | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi