11-01-2007

Vi pongo il seguente quesito:sono un uomo di 45

Vi PONGO IL SEGUENTE QUESITO:Sono un uomo di 45 anni alto 1,67, peso 63, non fumo. Sono in terapia da 2 anni con sinertec 20mg. una pastiglia al di, la pressione e sotto controllo.Ultimi controlli: esami ematici nella norma colesterolo totale 198 hdl 46 trigliceridi 120.ecg. nella norma.ecocardiogramma:esame eseguito in corso di ritmo sinusale.Ventricoli di dimensioni, spessore delle pareti e cinetica normali (FE 70%) Doppler transmitralico di aspetto normale. Piccolo jet da insufficienza tricuspidale con velocità compatibile con normale pressione arteriosa polminare.Vena cavica inferiore mobile con il respiro, compatibile con normale pressione atriale destra.
Appena eseguito l'esame mi hanno detto non c'e niente da preoccuparsi. leggo nel referto "Piccolo jet da insufficienza tricuspidale" poi osservo i dati monodimensionali misure atrio sinistro diametro TS 3,4mm i valori di riferimento dovebbero essere 2,7.3.
Vi chiedo il piccolo jet da insuffivienza tricuspidale e da preoccuparsi e potrebbe peggiorare con il tempo? Le dimensioni dell'atrio sinistro più grandi del normale sono sintomo di una iniziale ipertrofia ? Posso continuare a fare moderata atiiviata sportiva come camminare a passo veloce o fare bicicletta senza forzare? Grazie in anticipo.
A Frapiccini
Risposta a cura di:
A Frapiccini

Mi scuso per il ritardo.Una lieve insufficienza tricuspidalica è di nessun significato clinico. Le misure dell'atrio sinistro sono da rapportare alla superficie corporea (valori normali