26-01-2006

Vi scrivo perchè mio marito che ha 35 anni ed è

Vi scrivo perchè mio marito che ha 35 anni ed è in soprappeso, con un BMI di 31, ultimamente ha avuto alcuni episodi di tachicardia. detti episodi si sono manifestati dopo aver mangiato (di preciso non c’è un’associazione alimentare). Premetto che in questo periodo è molto stressato ed ansioso. i suoi attacchi possono essere dovuti all'alimentazione? Se si perchè? in questo periodo, dato il soprappeso, sta mangiando più leggero, con meno grassi e Carboidrati, con una buona dose di verdure. Inoltre sta prendendo due pastiglie al giorno di omega 3 e 1 di tè verde! Ovviamente gli episodi di tachicardia si sono manifestati in sole tre occasioni, in cui eravamo a pranzo con altre persone (non corrispondono al nostro normale regime alimentare). rimango in attesa di un vostra risposta. Grazie Paola.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
In primo luogo bisognerebbe sapere in cosa è consistita la tachicardia: cioè se si trattava solo di un aument della frequenza cardiaca con mantenimento del normale ritmo cardiaco (tachicardia sinusale) fenomeno naturale che si verifica quando ad esempio facciamo uno sforzo, o se si è trattato di un fenomeno patologico come le tachicardie parossistiche o la fibrillazione striale ad alta frequenza. Da come ha descritto il fenomeno ritengo che si tratti del primo caso (sebbene non ne possa essere certo). Gli eventi se associati a pasti “fuori ordinanza” possono essere causati dalla vasodilatazione del sistema intestinale che messo sotto pressione richiede una maggior quantità di sangue e stimola il cuore ad aumentare la gettata cardiaca attraverso un aumento di frequenza.