Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06-11-2006

Visita dal cardiochirurgo

Nel 1980 mi è stato diagnosticato un aneurisma alla aorta ascendente. Dal 1993 la dilatazione si è stabilizzta a 5,3 cm. Da tale data ho iniziato ad assumere beta-bloccante e diuretico. Due anni fa ho iniziato ad avere extrasistoli. Il cardiologo mi ha cambiato i farmaci perchè ritiene che i beta mi riducano troppo la frequenza cardiaca e ora prendo 1 compressa di Almaritm 100 al giorno e 1/2 di enapren. Ogni sei mesi mi sottopongo a TAC o a ecocardio. Negli ultimi tempi ho iniziato dopo pranzo ad avere un po' di tossetta e un'oppressione in corrispondenza del cuore. Cosa ne pensa? Vorrei sottopormi a TAC spirale. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Ha mai consultato un cardiochirurgo? Le dimensioni (ma dipende a che livello sono state prese e che altre alterazioni sono state osservate: ha un’aorta bicuspide? Ha una malattia della valvola aortica? Ha la pressione alta? Come funziona e quanto è spesso il suo cuore?) sono di tutto rispetto. Per quanto riguarda i sintomi, bisognerebbe avere a disposizione altre informazioni. Ritengo comunque opportuno che lei affronti il problema non solo con il cardiologo ma anche col cardiochirurgo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!