Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-02-2013

visita e terapia temporanea

Buongiorno, scrivo per avere cortesemente qualche delucidazione sul mio problema. Da circa 4 mesi soffro di gonfiore alle ginocchia, con dolore forte alle articolazioni medesime tanto da rendermi difficile la vita quotidiana ed il lavoro. Non riesco a flettere gli arti, ad inginocchiarmi, a correre. Stare in piedi per più di 5 minuti è una tortura, scendere e salire le scale è un'impresa titanica. Al mattino sento le gambe bloccate e per avere un pò di mobilità devo tenermi al letto. Di notte sento crampi terribili ai polpacci. Ho sempre la febbre che non passa mai, non scendo sotto i 37, 6°. Mi sento debole e spossata. Venti giorni fa mi reco dall'Ortopedico il quale, rilevando che le ginocchia erano anche discretamente ipertermiche, mi prescrive RMN al ginocchio sinistro (quello più malconcio) e mi suggerisce una visita Reumatologica. La Risonanza dà il suddetto esito: "Fibrocartilagine meniscale mediale nei limiti per morfologia in presenza di fini disomogeneità di segnale a carattere meniscosico. Menisco laterale regolare per morfologia e segnale. Legamenti crociati e collaterali nei limiti per spessore, segnale e tensione. Rotula in iperpressione esterna, in posizione alta, con piccola irregolarità del profilo condrale in paramediana interna, associata ad un'area focale di alterato segnale nel contesto dello spessore del rivestimento cartilagineo in possibile accordo con il sospetto clinico (edema osseo? SRD algodistrofica? Valutazione femoro-rotulea). E' presente un discreto versamento nei recessi rotulei e nel recesso sottoquadricipitale; un più modesto versamento si osserva anche nei recessi femorali posteriori. E' evidente una raccolta fluida con aspetto cistico lungo il margine posteriore del menisco mediale. Si osserva inoltre un quadro di discreta artrosinovite associata ad una disomogeneità di segnale del corpo adiposo di Hoffa, a carattere edematoso-flogistico. Segni di edema si riconoscono anche in corrispondenza dei tessuti molli della regione anteriore del ginocchio. ".Il medico di base mi prescrive il Reuma Test e la ricerca dell'Anti Peptide Citrullinico che si rivelano essere negativi. Da circa 15 giorni, oltre al Tunnel Carpale di grado moderato al polso destro, già diagnosticato tramite EMG e ENG, sono comparsi Dito a Scatto nella mano sinistra (il pollice) che mi dà forte dolore e blocco soprattutto al risveglio, crepitii al secondo dito e fatico a tenere saldamente gli oggetti in mano. A quanto pare i Test per l'Artrite Reumatoide sono negativi, ma non stò per nulla bene. L'Ortopedico insiste per un'eventuale coinvolgimento reumatologico. E la visita non l'avrò se non fra un mese. I tempi sono biblici. Cosa devo fare e pensare? E' possibile che vi sia una malattia reumatica insorgente e gli esami reumatici negativi? Grazie di cuore.
Risposta
Buonasera!il quadro da lei descritto (il dolore, la tumefazione, la rigidità) fa pensare ad una artrite.Il fatto che il reuma- test e gli anti-ccp siano negativi e l'interessamento prevalente alle ginocchia possono far pensare (non definitivamente) che non si tratti di una artrite reumatoide. Tuttavia esistono altre artriti: artrite psoriasica, artrite reattiva, qualche tipo di connettivite esordita con artrite...insomma bisogna cercare di chiarire bene il quadro con altri esami specifici con un reumatologo. Per cercare di ridurre l'infiammazione può per ora farsi prescrivere qualche antiinfiammatorio dal suo medico di fiducia. Saluti
TAG: Medicina interna | Reumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!