Concetto che nel campo dell'ipertensione arteriosa indica le modifocazioni indotte sul cuore, sulle arterie della retina, sui tronchi sovra-aortici , sul rene e sul cervello dai valori pressori elevati. Il danno d'organo rappresenta inoltre un fattore di rischio cardiovascolare che si aggiunge all'ipertensione arteriosa.