Buongiorno, sono affetto da insufficienza renale terminale da sei mesi e ho appena iniziato il trattamento dialitico. In seguito alla malattia ho sviluppato un'importante ipertensione secondaria controllata da triplice terapia: amlodipina 10mg/die, candesartan 16mg/die e betabloccante (nebilox) 1 cpr/die. L'aggiunta del sartano è avvenuta in... Leggi di più seguito all'inizio della dialisi e ad un aumento dei valori pressori. In questi mesi la pressione è stata ben controlla (nessuna presenza di danno d'organo: TAC cerebrale normale, fondo dell'occhio normale). La questione riguarda però il fatto che la pressione rimane controllata a casa, ma si presenta quasi sempre con valori elevati in occasione di controlli medici e durante la dialisi (160/95), con una forte componente emotiva. E' possibile con questo andamento che si sviluppi ugualmente danno d'organo? Oppure l'aumento pressorio in seguito a stress da camice bianco è fisiologico? Devo aumentare le dosi per una terapia più aggressiva (i valori a casa si aggirano intorno a 130/80-125/75).Grazie in anticipo per la risposta.l