L’ESPERTO RISPONDE

Buongiorno dottore, scrivo a lei perchè vedo

Buongiorno dottore, scrivo a lei perchè vedo nelle sue risposte molta pazienza e professionalità ma sopratutto umanità nei confronti delle persone che le scrivono. Da alcuni anni (anche in passato ho avuto gli stessi episodi poi per 6 anni non ho sentito più niente) ho questi sintomi: mi sento girare la testa, le gambe molli, tachicardia, mi sembra... Leggi di più di non capire più niente, mi sembra di svenire (lipotimia) da un momento all'altro e ho una paura folle di perdere i sensi. Quindi corro sempre in pronto soccorso e mi dicono che sono attacchi di ansia. Da qui mi hanno messo un holter pressorio per 24 ore con risultati di paziente normotesa con picchi di ipertensione (alcune volte 190 massima e 160 mnima) poi tutto si ristabiliva. Così il medico mi ha fatto fare un day hospital con una serie di esami diretti sull'ipertensione: esami del Sangue per la tiroide con relativa ecografia, esami del sangue per rene e surrene con relative ecografie, e tutta un'altra serie di esami del sangue e urine per verificare se c'era segno di ipertensione. I risultati tutti negativi. Quindi mi hanno fatto fare altri esami per scongiurare un danno d'organo quindi fondo dell'occhio (negativo) e ecocolordoppler con questi risultati: SEZIONI SINISTRE Radice aortica: mm 25 - Aorta ascendente: mm 26 - Arco aortico: mm.28 - Atrio sinistro: mm 33 - VALVOLA AORTICA Velocità massima cm/sec :100 - VENTRICOLO SINISTRO Spessore td setto: mm 10 - Spessore td parete post.: mm 8 - Diamtero telediastolico: mm 42 - Diametro telesistolico: mm 30 - FS 40% - Volume telediastolico: ml 85 - Volume telesistolico: ml 35 - EF 60%VALVOLA MITRALE Rapporto E/A >1 - DT 180 msec - Rigurgito mitralico 1+ (minimo) - SEZIONI DESTRE Rigurgito polmonare 1+ VALVOLA TRICUSPIDE E PRESSIONE POLMONARE DERIVATA - PAPs mm tra 20 e 30 - Rigurgito Tricuspidale 2+(lieve)Le conclusioni tutto nella norma tranne un Prolasso LAM condizionante minimo rigurdito e IT lieve (cosa significa?) con PAP derivata nei limiti di norma (cosa significa?)Il medico che ha eseguito l'esame mi ha detto che non c'è un danno d'organo ed è tutto nella norma ma io mi sto chiedendo se quei sintomi che io avverto ogni tanto (alcune volte sto bene per settimane poi all'improvviso avverto questi sintomi) non siamo dati dal prolasso LAM con rigurgito e IT lieve ecc.ecc. Le dico questo perchè lei in una risposta ha scritto questo riporto esattamente le sue parole : "La sintomatologia più frequente riportata in letteratura nelle persone che hanno prolasso della valvola è cardiopalmo, dolore toracico, dispnea, meno frequentemente vertigini, lipotimie." E ancora lei scrive che tutto dipende se c'è un insufficenza valvolare e dai dati che ho riportato dell'esame io ho anche questa insufficenza?.Sono molto spaventata da tutto quello che ho letto sul referto e spero che lei mi chiarisca molti dubbi. Probabilmente finchè non riceverò la risposta sarò in massima agitazione perchè non so se posso vivere normalmente oppure devo evitare qualcosa tipo palestra (faccio due ore alla settimana di fitness e aerobica).La ringrazio veramente tanto.

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

Mi dispiace che la risposta precedente abbia paradossalmente aumentato l’ansia, ma in realtà il senso era: il prolasso della mitrale non è in sé una vera e propria malattia, ma soltanto una modesta anomalia di forma (e non di funzione, che è la cosa importante) della valvola, che talvolta si associa a dei sintomi che sono tuttavia “aspecifici” (cioè non sono distinguibili da quelli indotti da altre condizioni, come appunto l’ansia) e non... Continua conducono comunque a gravi conseguenze. Diversa è la situazione di una vera e propria insufficienza valvolare, in cui è necessario seguire l’evoluzione nel tempo perché si può determinare alla lunga un danno contrattile per il cuore, e quindi bisogna intervenire prima che questo accada. Nel suo caso specifico, non vi è nulla che faccia pensare a quest’ultima situazione. Tutti i dati clinici ed ecocardiografici sono normali, e anche gli elementi da lei sottolineati non hanno una significativa rilevanza clinica: IT significa Insufficienza Tricuspidale (un’altra valvola del cuore, situata a destra, mentre la mitrale è a sinistra) che entro i termini descritti (lieve) si trova in tante persone del tutto normali, e infatti non determina ipertensione polmonare, come si può calcolare (“derivare”) in modo indiretto dall’insufficienza tricuspidale rilevata all’ecocardiogramma. In sintesi: non solo non è il caso di preoccuparsi, ma la invito a fare una vita del tutto normale, ed in particolare ad andare in palestra. La invito inoltre a non fare più alcun esame clinico, DH etc. Si limiti a rifare un ecocardiogramma fra 3-4 anni, che le consentirà di verificare che in questo lasso di tempo non è successo nulla, riducendo così sperabilmente la sua quota di ansia.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Ancona (AN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Cardiologia
Sanremo (IM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Roma (RM)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Aversa (CE)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Ipertensione
Prov. di Milano
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Benevento
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)