Esame radiologico della mammella, a basso dosaggio di raggi X (20-35 kv). È raccomandato come esame preventivo per la diagnosi precoce del tumore mammario in quanto è una metodica in grado di diagnosticare neoplasie della mammella nella loro fase iniziale, quando cioè non sono ancora palpabili e si trovano nel loro focolaio d’origine(microcalcificazioni).