Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
2 minuti di lettura

Rinite allergica

L'allergia compare quando il corpo reagisce a sostanze che non può tollerare. Queste sostanze, come i pollini degli alberi oppure le particelle di polvere, sono chiamate antigeni ambientali, o allergeni, e per le persone normali non sono pericolosi. Invece, il sistema immunitario di una persona allergica, considera questi allergeni come pericolosi. La rinite allergica, chiamata comunemente febbre da fieno, è un'infiammazione o un'irritazione delle membrane della mucosa che rivestono il naso. La rinite allergica si verifica quando un allergene, come il polline, induce il corpo a difendere se stesso, producendo anticorpi. Tale fenomeno è chiamato sensibilizzazione. Una volta prodotti gli anticorpi, questi si legano alle mastcellule, che rilasciano alcune sostanze chimiche, come l'istamina. La conseguenza di queste reazioni è la dilatazione dei vasi sanguigni del naso e l'infiammazione delle membrane delle mucose, con comparsa dei sintomi dell'allergia. La cura migliore dell'allergia è quella di evitare l'esposizione agli allergeni. Quando questo non è possibile, si possono usare alcuni farmaci in grado di controllarne i sintomi, come gli antistaminici, che si legano ai recettori dell'istamina, bloccando gli effetti di questa sostanza. Altri trattamenti utilizzati in questi casi sono i decongestionanti, i corticosteroidi e l'immunoterapia. Poichè ogni individuo è diverso dagli altri, non esistono cure standardizzate contro la rinite allergica.

L’hai trovato utile?

Condividi

Iscriviti alla newsletter di Paginemediche
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali