Somministrazione di insulina

Il diabete è una malattia che compare a causa della presenza di elevati livelli di glucosio, o zucchero, nel sangue. Molte persone affette da diabete assumono insulina per mantenere a livelli normali i valori dello zucchero nel sangue. Ci sono vari metodi per somministrare l'insulina, come siringhe, penne, iniezioni a getto, e pompe. Il metodo di somministrazione più comune è l'iniezione tramite siringa. Una dose di insulina viene prelevata da una fiala, posta in una siringa e iniettata sotto la pelle. La siringa dovrebbe essere dotata dell'apposito contenitore per l'ago usato, da eliminare con i rifiuti sanitari. Le penne per insulina contengono cartucce pre-riempite di dosi variabili di insulina, che vengono iniettate direttamente sotto la pelle. L'iniezione a getto non usa aghi per somministrare l'insulina, ma un getto di insulina ad alta pressione in grado di oltrepassare lo strato superficiale della cute. Ognuno di questi metodi può essere usato per somministrare l'insulina su numerose zone del corpo, come le cosce, i fianchi, l'addome e la parte superiore delle braccia. A seconda del tipo di insulina, la somministrazione avviene una o più volte al giorno. Nel caso della pompa insulinica invece, vi è un'erogazione continua dell'insulina, e la pompa, collegata al corpo, può essere indossata con una cintura o messa in una tasca. Le pompe insuliniche consentono un più costante controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Indipendentemente dal metodo utilizzato per somministrare l'insulina, è molto importante che il paziente diabetico controlli sempre il proprio livello di zucchero nel sangue 3-4 volte al giorno.