Valvola cardiaca

Il corpo umano ha due tipi di valvole, quelle del cuore, che si trovano tra ventricoli ed atri, e quelle semilunari, che si trovano nell’aorta e nelle arterie polmonari. La loro funzione è di assicurare il non ritorno del sangue pompato; infatti, la chiusura difettosa delle valvole solitamente è causa di patologie cardiache.
 

Come funzionano le valvole cardiache

Il cuore è un muscolo che pompa sangue in tutto il corpo. All'interno del cuore, quattro valvole si aprono e si chiudono in una sequenza ben precisa per permettere al sangue di muoversi nella giusta direzione. Due delle valvole cardiache regolano il flusso di sangue dalle cavità superiori del cuore, o atri, alle cavità inferiori, o ventricoli. Le altre due valvole regolano il flusso di sangue dai ventricoli ai polmoni e a tutto il corpo. Poichè le quattro valvole si aprono e si chiudono, esse creano i tipici suoni cardiaci riferibili ai battiti del cuore. Durante un normale battito del cuore, il sangue poco ossigenato che proviene dal corpo riempie l'atrio destro, che poi si contrae e pompa sangue nel ventricolo destro attraverso la valvola tricuspide. Poi, il ventricolo destro si contrae e pompa sangue nell'arteria polmonare attraverso la valvola polmonare. L'arteria polmonare trasporta il sangue ai polmoni per essere riossigenato. Nello stesso tempo, il sangue ricco di ossigeno che proviene dai polmoni entra nell'atrio sinistro, che pompa il sangue nel ventricolo sinistro attraverso la valvola mitrale. Quando il ventricolo sinistro si contrae, il sangue viene pompato nell'aorta attraverso la valvola aortica, dove viene distribuito a tutto il corpo. Il sangue è guidato nel suo percorso attraverso il cuore dalle valvole. Quando gli atri si contraggono, le valvole delle cavità superiori, la tricuspide e la mitrale, si aprono per permettere al sangue di passare nei ventricoli. Quando i ventricoli si contraggono, la valvola tricuspide e la valvola mitrale si chiudono, mentre la valvola polmonare e la valvola aortica sono costrette ad aprirsi, per la pressione presente nei ventricoli. Il sangue, abbandonando i ventricoli, non può tornare indietro per la chiusura delle cuspidi della valvola polmonare e della valvola aortica. Ci sono molte malattie che possono compromettere il funzionamento delle valvole, come l'insufficienza valvolare e la stenosi valvolare.