Il potere terapeutico della scrittura

Il potere terapeutico della scrittura

Depressione, ansia, rabbia, dolore fisico e crisi di coppia: i molteplici campi di applicazione della scrittura terapeutica.

Sul potere terapeutico della scrittura, intimistica o sotto forma di racconto, si è detto molto. E alcuni recenti studi confermano l’efficacia della scrittura nel miglioramento delle performance scolastiche, nel trattamento di disturbi depressivi e anche nel superare le crisi di coppia.

Una ricerca condotta presso l’Università di Chicago ha scoperto, ad esempio, che gli studenti che avevano potuto sfogare i propri timori relativi all’esame di maturità, avevano maggiori chances di superarlo con buoni voti. E i benefici erano evidenti soprattutto negli studenti più ansiosi.

E la scrittura aiuta anche a migliorare la qualità della vita nelle persone che soffrono di malattie croniche, come l’Asma o l’artrite, che attraverso la carta e la penna possono alleggerire il peso del Dolore fisico e delle difficoltà quotidiane ad esso collegate. Ma tenere un diario al quale affidare i propri sentimenti e pensieri più segreti avrebbe indubbi benefici anche nel trattamento di Depressione o rabbia.

I ricercatori della Wilfrid Laurier University canadese, infatti, hanno scoperto che le vittime di mobbing sul lavoro riuscivano a stare meglio se avevano possibilità di scrivere. La scrittura contribuiva anche ad aumentare l’autostima e ad allontanare rabbia e depressione. Queste evidenze non sfuggono agli psicoterapeuti e agli analisti che usano spesso la scrittura come strumento terapeutico per la cura di depressione e altri disturbi.

Addirittura uno studio della Northwestern University azzarda che scrivere un report della propria relazione potrebbe essere efficace per superare una crisi. La ricerca, apparsa su Psychological Science in the Public Interest, ha concluso che scrivere per sette minuti tre volte all’anno raccontando della propria vita di coppia aiuta a vedere il proprio partner con occhi diversi, più comprensivi e obiettivi.

E gli effetti di questa pratica si vedono anche sulla vita di coppia quotidiana: scrivere potrebbe far diminuire il numero di discussioni e litigi e migliorare la comunicazione e la qualità della relazione.

Commento del medico
Dr. Giovanni Delogu
Dr. Giovanni Delogu
Specialista in Psicoterapia

La scrittura è un potente strumento di autosuggestione, mediante la quale si comunica a noi stessi desideri, pensieri e forme indirette di autosuggestione. Bisogna per questo fare attenzione a non usare il quaderno come ripiego nel quale piangersi addosso, perché questo attiverà un'autosuggestione negativa che trainerà in una spirale discendente.

Per esempio, scrivere ripetutamente "proprio vero: non ce la farò mai, è inutile tentare, sono un fallito", è un modo per buttarsi la zappa sui piedi. Ottimo il sistema di usare la scrittura come auto-apertura, a patto che poi si riesca a passare dalla comunicazione scritta a quella verbale col partner. Restare solo su un livello scritto a discapito della comunicazione vis à vis penalizza, sulla falsariga dei poeti maledetti.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Sesto San Giovanni (MI)
Specialista in Psichiatria e Psicologia
Prov. di Milano
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Pisa (PI)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Firenze (FI)
Specialista in Psicologia e Psicologia clinica
Milano (MI)
Specialista in Psicologia
Pisa (PI)
Specialista in Pediatria e Neuropsichiatria infantile
Prov. di Varese
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Roma (RM)
Specialista in Psicologia ad indirizzo medico e Criminologia clinica
Pescara (PE)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Milano (MI)