Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Menopausa, per 3 donne su 4 è fonte di disturbi

menopausa per 3 donne su 4 e fonte di disturbi
Roberta Collina Roberta Collina Esperta in Digital Health
Vampate di calore e sudorazioni notturne sono disturbi molto frequenti. Ben 3 donne su 4 tra i 45 e i 59 anni1 sperimentano i fastidiosi segni tipici della menopausa.  La menopausa è un evento fisiologico che indica l’interruzione permanente della funzione ovarica e, di conseguenza, la cessazione delle mestruazioni e della capacità riproduttiva. L’età media della menopausa si aggira intorno ai 51 anni ma il fenomeno avviene gradualmente in un periodo di transizione di circa 2/5 anni chiamato perimenopausa2 che significa, per l’appunto, “intorno alla menopausa”. 

In mancanza di altre cause concomitanti, quali possono essere alcuni trattamenti farmacologici particolari o interventi chirurgici, un’assenza del ciclo mestruale per 12 mesi consecutivi conferma l’inizio della menopausa3. Con la menopausa si verifica una caduta dei livelli di estrogeni e la scomparsa della produzione ciclica di progesterone, fenomeni del tutto naturali spesso accompagnati da sbalzi d’umore, scarsa concentrazione, irritabilità, fatica e problemi di sonno. Per queste ragioni, che incidono sulla qualità di vita, la menopausa non è sempre vissuta con tranquillità dalle donne.
 

I sintomi della menopausa si combattono anche con rimedi naturali

Sono oltre 5 milioni le donne italiane che soffrono di disturbi legati alla menopausa benché questi vengano avvertiti spesso fin dalla perimenopausa4. I disturbi possono spesso interferire con il lavoro e con le attività giornaliere, e sebbene la menopausa non sia una malattia diventa spesso un ostacolo alla vita familiare e alle relazioni sociali. 

Ma vivere serenamente il periodo della menopausa è possibile. Come? 

Innanzitutto prestando attenzione allo stile di vita. Una vita sana (poco stress, alimentazione equilibrata, esercizio fisico regolare e niente alcol e fumo), in aggiunta ai trattamenti adeguati che il ginecologo può consigliare, sono alleati del benessere della donna.

Per questo, quando si avvertono i primi segni di menopausa è importante parlarne al proprio medico che saprà consigliare come tenerli sotto controllo fin dal loro esordio. 

I trattamenti a disposizione delle donne in perimenopausa o menopausa sono diversi: terapia ormonale sostitutiva, a base di estrogeni o fitoestrogeni (isoflavoni di soia e trifoglio rosso) ma anche quelli che non contengono ormoni né sintetici né naturali. Un recente studio clinico presentato al XVI “Congresso mondiale sulla riproduzione umana” ha dimostrato, per esempio, che l’estratto citoplasmatico di polline si è rivelato un’alternativa non-estrogenica sicura ed efficace5,6nel ridurre l’intensità e alla frequenza dei sintomi della menopausa utile per le donne che non possono oppure non vogliono assumere ormoni.

Rivolgersi con fiducia al ginecologo può aiutare ogni donna a superare eventuali resistenze nei confronti delle terapie e a scegliere la soluzione più adatta al proprio corpo.

1 Genazzani AR, Schneider HPG, Panay N, Nijland EA. The European Menopause Survey 2005: women’s perceptions on menopause and post-menopause hormone therapy. Gynecol Endocrinol. 2006;22(7):369–375.
2 Association of Reproductive Health Professionals, November 2008.
3 Menopause and Hormone Replacement, Michelle P Warren, M.D., Aimee R. Shu, MD, and Jennifer E Dominguez, BA. NAMS.
4 Treatment of vasomotor symptoms during perimenopause. Desindes Sophie, MD. NAMS.
5 Elia D et al. Genesis. Assessment of Serelys(Femal) for menopausal women 2008 November; 135: 12-15.
6 Winther K, et al. Femal, a herbal remedy made from pollen extracts, reduces hot flushes and improves quality of life in menopausal women: a randomized, placebo-controlled, parallel study. Climacteric 2005; 8(2): 162-170.
Il punto di vista
Ginecologia e ostetricia
Prima o poi, arriva per tutte. Non è una malattia ma spesso è vissuta come tale. Vampate, disturbi del sonno e alterazioni del tono dell’umore per molte donne iniziano già alcuni anni prima della fine delle mestruazioni, ovvero nella fase perimenopausale poiché la riduzione progressiva di estradiolo provoca l’aumento dell’FSH, l’ormone responsabile delle famose vampate. Arrivano di giorno come di notte, tolgono il respiro, il cuore batte all’impazzata e lasciano in un bagno di sudore. Oltre che fastidiose sono il segno inconfondibile di una menopausa che piomba all’improvviso per la quale non è detto che ci si senta ancora pronte e che scatena incertezze sul futuro. 

Niente paura: forse è solo arrivato il momento di volersi più bene. Movimento, mangiare sano, trattamenti anti-aging e hobby per scaricare lo stress sono validi rimedi per affrontare con serenità la vita quotidiana. E se ci si accorge che la vampata sta per arrivare? Aprire le finestre e bere qualcosa di fresco. No cibi caldi o molto speziati. No alcool, caffeina e fumo.

Il consulto ginecologico rimane l’accertamento primario per monitorare la situazione e valutare eventuali terapie. Molte donne rifiutano quelle ormonali nella giusta convinzione che nessun trattamento medico è privo di rischi. Il principale timore è la paura del tumore al seno in donne con familiarità o geneticamente predisposte. In questi casi, anche i fitoestrogeni sia della soia che del trifoglio rosso sono sconsigliati proprio per i loro effetti simil estrogenici.  

Una valida alternativa arriva dalla natura. Stiamo parlando di Femal, un integratore del tutto naturale e molto efficace, che abbina le proprietà dell’estratto citoplasmatico di polline purificato a quelle dell’azione antiossidante della vitamina E che combatte i danni provocati dai radicali liberi.

Femal, ancora poco conosciuto in Italia, è utilizzato da oltre 18 anni in tutto il mondo da circa un milione di donne che riportano un alto grado di soddisfazione per la risoluzione dei loro disturbi sia nella peri che nella postmenopausa. 

Gli studi clinici hanno inoltre dimostrato che l’efficacia di Femal aumenta nel tempo e che oltre a ridurre la frequenza dei disturbi ne riduce anche l’intensità.

E non solo. Femal non ha alcuna controindicazione, nemmeno per le donne allergiche al polline, né effetti indesiderati come l’aumento di peso, per cui può essere usato in tutta sicurezza anche nel lungo termine. Questo aspetto è di particolare importanza in quanto vampate e altri disturbi spesso iniziano già nella perimepausa e possono protrarsi per molto tempo anche nella menopausa conclamata. 

Poter cominciare a trattare i disturbi della menopausa fin dal loro esordio e già dai primi segni con un integratore naturale efficace e privo di effetti collaterali è una grande opportunità per tutte le donne non solo per una migliore qualità della vita quotidiana ma anche per la tranquillità di assumere un prodotto a lungo termine senza doversi preoccupare di eventuali danni per la salute. 
12/02/2016
30/11/2015
TAG: Ginecologia e ostetricia | Salute femminile | Menopausa | Organi Sessuali