Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Tumore del colon retto: diffusione, sintomi e cause

tumore del colon retto diffusione sintomi e cause
Redazione Paginemediche Redazione Paginemediche

Il tumore del Colon o carcinoma del colon retto, comunemente noto come “cancro dell’intestino”, è una neoplasia molto diffusa che, fortunatamente, può essere efficacemente curata con la chirurgia, negli stadi precoci della malattia.

Lo sviluppo del tumore del colon retto è dovuto alla proliferazione incontrollata delle cellule della mucosa che riveste le pareti interne dell’organo.

La maggior parte di questi tumori deriva dalla trasformazione maligna dei polipi, piccole escrescenze di per sé benigne, che sono il risultato della proliferazione delle cellule della mucosa intestinale.

Mentre la probabilità che un polipo del colon si evolva verso una forma maligna di Cancro è molto bassa (

Tanto i polipi quanto il Tumore provocano raramente sintomi o segni evidenti e sono spesso molto simili a quelli di altre malattie intestinali: stanchezza e mancanza di appetito sono alcuni dei sintomi più lievi che possono essere accompagnati da altri più gravi quali anemia e perdita di peso.

Questo fa si che nel 25% dei casi il tumore del colon retto è diagnosticato in una fase avanzata, quando ha già invaso altri organi, generalmente il fegato, dando origine a metastasi.

La probabilità di guarigione di questa malattia dipende quindi dal grado d’invasione tissutale locale, dall'infiltrazione degli organi vicini e dalla presenza di metastasi ad altri organi.

La conoscenza dello stadio della malattia è importante per fornire al paziente delle cure il più possibile appropriate, oltre che per formulare una probabile prognosi.

 


Per approfondire guarda anche: “Cancro al colon“

 

 

Leggi anche:
Che il caffè, preso con moderazione, facesse bene alla salute si sapeva. Che avesse effetti benefici nel contrastare il cancro al colon-retto è una novità.
Il punto di vista
Oncologia

Il tumore del colon retto è un problema molto grosso: è il secondo tumore a livello planetario, si parla di circa un milione di nuovi casi all’anno nel mondo, circa 500mila nuovi casi in Europa e circa 40mila in Italia.

In generale la guaribilità di questo tumore è variabile tra il 50% e il 70%, a seconda delle varie Nazioni. Un dato molto rilevante, da stressare proprio per i nostri malati, è che l’Italia è tra i Paesi che hanno il più alto indice di guaribilità di questo tumore. Questa è una buona notizia: siamo intorno al 65-70%. Quindi, a fronte di un problema così grosso, c’è una guaribilità abbastanza forte.

Ciò nonostante, negli stadi avanzati di questa malattia, quando il tumore è disseminato, la mortalità è ancora alta.

09/02/2017
29/10/2009
TAG: Tumori | Oncologia