La donna ricorda ogni singolo momento importante della propria relazione; l'uomo invece è capace di dimenticare anche ricorrenze importanti. Come è possibile? Uno psicologo americano ha scoperto che quando una coppia litiga perché i due partner non si trovano d'accordo su come è andato un avvenimento, in realtà non mente nessuno dei due, entrambi sono forviati da falsi ricordi.

Andrew Christensen è uno psicologo di lungo corso che da anni studia le dinamiche della coppia e svolge ricerche presso l'Università della California. Dalle sue analisi emerge quanto segue:

  • tutti, uomini e donne, hanno l'abitudine a reiterare errori di valutazione, indipendentemente dal contesto. Ad esempio hanno la tendenza a ricordare meglio ciò che hanno fatto in prima persona, senza prendere in considerazione ciò che ha fatto il partner, oppure riescono a fissare nella memoria con più facilità ricordi legati ad eventi spiacevoli;
  • le donne tendono a ricordare con maggiore vigore date e momenti importanti perché hanno una memoria più emotiva; tuttavia ciò non vuol dire che le donne ricordino di più o meglio degli uomini, perché sottoposti a test sulla memoria entrambi danno risultati simili;
  • l'umore gioca un ruolo chiave nel fissare i ricordi. Come spiega lo psicologo Michael Ross, uno stato d'animo positivo o una sensazione positiva possono richiamare alla memoria un'esperienza positiva circa l'altra persona.

Queste premesse possono spiegare perché in alcune occasioni all'interno della coppia i partner litighino su questioni legate ai ricordi di come andati i fatti. Nessuno dei due mente, in realtà ricordano le cose in modo diverso, spesso in modo diametralmente opposto. Il che non favorisce una comunicazione costruttiva.

Christensen, quindi, offre qualche consiglio per affrontare meglio e in modo più costruttivo le discussioni di coppia:

  • approcciare alla discussione con spirito aperto e positivo, probabilmente il partner non sta mentendo, ha solo un ricordo diverso di come sono andate le cose;
  • accettate che non c'è un'unica versione dei fatti e che entrambe possono avere una loro validità;
  • concentratevi su come ciò che è accaduto vi ha fatto sentire e non sull'evento in sé, che può essere diverso da come lo ricordate;
  • provate a praticare una memoria collaborativa costruendo un insieme di ricordi comuni che siano possibilmente belli.