Terapia per il morbo di Alzheimer

La terapia del morbo di Alzheimer

A tutt'oggi, non esiste alcun farmaco in grado di prevenire o curare la malattia di Alzheimer. Esistono dei farmaci che possono aiutare ad alleviare certi sintomi quali l'agitazione, l'ansia, la depressione, le allucinazioni, la confusione e l'insonnia. Sfortunatamente, questi farmaci tendono ad essere efficaci per un numero limitato di pazienti e per un periodo limitato nel tempo, e possono causare EFFETTI COLLATERALI indesiderati. Si consiglia perciò generalmente di limitarne l'uso ai casi di reale necessità.

Si sono riscontrati nei malati di Alzheimer livelli ridotti di acetilcolina - un neurotrasmettitore (sostanza chimica responsabile della trasmissione di messaggi da una cellula all'altra) che gioca un ruolo nei processi di memoria. In alcuni Paesi sono stati introdotti farmaci che possono inibire l'enzima responsabile della distruzione dell'acetilcolina. Tali farmaci migliorano la memoria e la concentrazione in taluni pazienti. Ci sono prove che questi farmaci hanno la capacità di rallentare temporaneamente la progressione dei sintomi; ma non esistono purtroppo prove che essi fermino o rendano reversibile il processo di deterioramento delle cellule. Tali farmaci curano i sintomi, ma non curano la malattia. Poiché le legislazioni dei Paesi europei in materia differiscono molto l'una dall'altra, consigliamo che in ogni caso sia consultato uno specialista.

Leggi anche:
Il morbo di Alzheimer è una forma di demenza caratterizzata da sintomi come la perdita di memoria e l'afasia.
01/09/2017
06/02/2007
TAG: Anziani | Farmacologia | Malattie neurologiche e psichiatriche | Neurologia | Malattie neurologiche