08 Giugno 2015
|
1 minuto

Bambino di sei anni ricoverato in gravi condizioni a causa della difterite

Accade in Spagna, dove la difterite si è vista l'ultima volta nel 1986. I genitori non lo hanno mai vaccinato.

Un bambino di sei anni nella città di Olot, in Spagna, è stato ricoverato d’urgenza a causa di una difterite. Una malattia che non si vedeva dal 1986 (l’ultimo caso in Italia nel 1996) e per la quale esiste dal 1920 un vaccino efficace e sicuro.

Il bimbo catalano non era mai stato vaccinato, i genitori si sono detti contrari ai vaccini. L’ospedale di Barcellona, dove il bambino è stato ricoverato in gravissime condizioni, si è immediatamente attivato per reperire l’antitossina che dopo enormi difficoltà è stata trovata in Russia (dove negli anni Novanta si verificò un’epidemia che colpii migliaia di persone), e ha sottoposto a terapia antibiotica e vaccinazione obbligatoria circa 150 persone che sono entrate in contatto con il piccolo.

La difterite è una malattia causata dal batterio Corynebacterium diphtheriae che provoca inizialmente tosse e mal di gola ma può portare a danni irreversibili al cuore, ai reni e al sistema nervoso. Il Batterio rilascia una tossina che si diffonde nell'organismo e può arrivare a danneggiare organi tessuti.

Il Vaccino contro la difterite

I genitori del bambino catalano sono contrari ai Vaccini e quindi hanno scelto di non far vaccinare il proprio figlio. Nonostante studi scientifici di livello internazionale, anche recenti, abbiano dimostrato che i vaccini non causano autismo o altre patologie gravi, il fronte degli oppositori ai vaccini si arricchisce, anche grazie alle campagne promosse sui social network e sui forum dagli antivaccinisti.

Il Ministro della Sanità spagnolo, José Antonio Alonso, ha dichiarato che il caso del bambino colpito dalla difterite “dovrebbe far capire ai genitori che devono vaccinare i loro figli. Prima di tutto dobbiamo tutelare i diritti dei bambini. Decidere di non vaccinarli è un comportamento irresponsabile e pericoloso”.

Il vaccino antidifterite viene somministrato, in Italia, in tre dosi entro il primo anno di vita e viene generalmente inserito nell'esavalente, il che fa sì che abbiamo una buona copertura vaccinale: circa il 90% della popolazione pediatrica viene sottoposto al vaccino anti-difterite.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie infettive e Microbiologia e virologia
Prov. di Avellino
Specialista in Malattie infettive e Microbiologia e virologia
Prov. di Napoli
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Microbiologia e virologia e Malattie infettive
Alessandria (AL)
Specialista in Medicina alternativa (agopuntura, omeopatia...) e Malattie infettive
Brescia (BS)
Specialista in Malattie infettive
Prato (PO)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie infettive
Roma (RM)
Specialista in Malattie infettive
Salerno (SA)
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Bari (BA)
Specialista in Gastroenterologia e endoscopia digestiva e Malattie infettive
Roma (RM)
Specialista in Malattie infettive e Oncologia
Lecce (LE)