Roma, 2 feb. (Adnkronos Salute) - "A seguito delle numerose interpretazioni di stampa delle ultime ore, si precisa che la posizione della Commissione tecnico scientifica è rimasta invariata rispetto a quella espressa nella riunione di sabato 30 gennaio. In attesa di ulteriori studi, l’indicazione per il vaccino AstraZeneca resta preferenzialmente per la popolazione tra i 18 e 55 anni e senza patologie gravi, per la quale sono disponibili dati più solidi". Lo evidenzia in una nota l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Si attendono "maggiori evidenze sul rapporto beneficio/rischio del vaccino AstraZeneca prima di suggerirne la somministrazione nei soggetti di età più avanzata", conclude la nota.