Roma, 14 gen. (Adnkronos Salute) - Disturbi del sonno, attacchi d’ansia e aumento dell’irritabilità sono i sintomi più frequenti di cui hanno sofferto le bambine e i bambini durante il lockdown della scorsa primavera in Italia. Un disagio che ha determinato una condizione di stress con ripercussioni non solo sulla salute fisica ma anche su quella emozionale-psichica, sia dei genitori che dei figli. Lo ricorda, nella pagina 'Dottore ma è vero che...?', la Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri (Fnomceo) citando l’indagine sull’impatto psicologico della pandemia nelle famiglie italiane promossa dall’Istituto Gaslini di Genova e proponendo alcuni suggerimenti.
In caso di quarantena domestica, i genitori sono spesso la risorsa migliore e più vicina per i bambini. Ecco perché è fondamentale che i genitori rivolgano ai bambini "una maggiore attenzione, una maggiore interazione", come sottolinea Fabrizio Starace, psichiatra e presidente della Società italiana di epidemiologia psichiatrica. "La presenza dei genitori in questa fase deve essere attenta", prosegue Starace, "ed è ai genitori che occorre fornire gli strumenti per un’interazione efficace, per una comprensione efficace".
Tra questi strumenti, spiccano sicuramente i consigli per passare il tempo in casa e all’aperto del sito "Piccolipiù In Forma", patrocinato dal ministero della Salute e curato dal Dipartimento di epidemiologia della Regione Lazio. Il sito è dedicato a genitori e bambini con lo scopo di proporre un percorso per obiettivi di salute affinché i figli, in età prescolare, siano in forma e mangino in modo equilibrato e sano, tenendo conto della sostenibilità delle loro scelte.
Tra le moltissime ricette, i giochi da fare in casa mentre si cucina, le attività per incoraggiare il movimento e i più vari strumenti pratici per coinvolgere i bambini nelle attività quotidiane, alcuni suggerimenti: costruire strumenti musicali, con materiali che si trovano facilmente in casa o che possono essere riciclati; coltivare un piccolo orto in casa. Il giardinaggio è un’attività che presenta molti benefici per la salute dei bambini, e contribuisce inoltre a far maturare un atteggiamento positivo verso l’ambiente; leggere insieme ad alta voce. La lettura sarà di conforto anche quando è malato.
E infine cucinare insieme ai bambini. "Per prima cosa, prevedete di avere tempo a disposizione. Cucinare in fretta non è quasi mai divertente e raramente i piatti riescono come si vorrebbe. Poi, se qualcosa vi rende nervosi, fate un bel respiro e cercate di rilassarvi. C’è una regola di base da applicare nel cucinare con i bambini: calma! Non si litiga e non ci si lamenta, ci si diverte insieme", si legge sulla pagina on line.