Milano, 23 dic. (Adnkronos Salute) - "Domenica 27 l'inizio della fine". E' il V-day visto con gli occhi di chi è stato in prima linea contro Covid-19, da subito quando a febbraio il coronavirus Sars-CoV-2 dava i primi inquietanti segni di sé in Italia. L'infettivologo Raffaele Bruno, professore di Malattie infettive all'università di Pavia e direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Matteo, è conosciuto da tutti per aver curato il paziente 1 Mattia, il 38enne che fu ricoverato all'ospedale di Codogno e il 20 febbraio con il suo tampone positivo ha svelato all'Italia la presenza del nemico. Bruno sarà fra i primi a vaccinarsi domenica. E su Twitter definisce il 27 dicembre semplicemente "una data da ricordare!". Poche parole: "Mi vaccinerò contro Sars-CoV-2".