Milano, 27 nov. (Adnkronos Salute) - "Segnali positivi ci sono. Quello che si sta facendo ha una sua utilità" sull'andamento dell'epidemia di Covid-19 in Italia. "Ovviamente i casi di morte sono una grande angoscia, e temo che non diminuiranno prima di 2 settimane perché come sappiamo sono l'ultimo indicatore a calare". Intanto però "si vede l'appiattimento della curva del contagio, siamo riusciti a spuntare l'apice e con questa spalmatura" delle nuove infezioni "nel tempo si riescono a gestire i casi più impegnativi in funzione delle capacità di azione degli ospedali, navigando su un valore che è ancora impegnativo, ma non disperante". E' l'analisi del virologo dell'università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco, intervenuto ai microfoni della trasmissione 'L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus.