01/12/2015

Emissioni nocive: l'Italia il Paese con il numero più alto di morti premature

emissioni nocive l italia il paese con il numero piu alto di morti premature
150 big del mondo riuniti a Parigi per parlare di clima e rischi per la salute e per studiare nuovi modi per arginare il fenomeno dell'inquinamento e del riscaldamento globale.
E proprio in questi giorni viene diffuso l'ultimo rapporto dell'Agenzia europea dell'Ambiente (Aea) che denuncia come l'Italia sia ai vertici della classifica europea per numero di decessi legati all'inquinamento.


I numeri del fenomeno

  • In Europa nel 2012 si sono registrati  491mila decessi legati alle emissioni nocive.
  • In Italia ben 84.400 decessi sono collegati all'inquinamento.
  • 59.500 decessi prematuri sono da attribuire al particolato fine (PM 2.5), 3.300 all’ozono (O3) e 21.600 al biossido di azoto (NO2).
  • L'Italia è al primo posto in Europa per i decessi per biossido di azoto e per l'ozono, e condivide il primo posto con la Germania per i decessi legati alla combustione delle biomasse
Leggi anche:
Single, attenti alla tavola!
Tumori, malattie cardiovascolari, incidenti: oggi sono questi i big killer a livello globale, ma nel 2050 il principale responsabile dei decessi nel mondo sarà l’aria inquinata.
La Pianura Padana è il posto maggiormente colpito dal problema delle micropolveri: Milano, Brescia, Monza e Torino superano di gran lunga il limite di 25 microgrammi per metro cubo d'aria per la concentrazione media annua.

E se si guarda alla soglia più bassa consigliata dall'OMS (10 microgrammi per metro cubo) diventano città inquinate anche Roma, Firenze, Napoli, Bologna e Cagliari.

Guarda anche "Patologie respiratorie ed esercizio fisico"
TAG: Medicina generale | Igiene e medicina preventiva