Logo Paginemediche
08 Maggio 2015
|
1 minuto

Epatite C: attenti a dove fate i tatuaggi

L'assenza dei controlli di qualità nei centri tatuaggi alza il livello di rischio contagio.

Tatuaggi ed Epatite C. Il binomio, purtroppo, può essere scontato se i tatuaggi non vengono effettuati in modo adeguato. Se, infatti, il Sangue infetto viene in contatto con lesioni della pelle di un’altra persona, il contagio non è escluso.

Secondo il parere di molti epatologi, se in merito a trasfusioni e derivati del Sangue il rischio si è azzerato, per i tatuaggi non si può dire altrettanto. E questo perché non ci sono ancora controlli di qualità nei centri tattoo.

Da qui la necessità di scegliere sempre strutture con garanzie di sicurezza dal punto di vista dell'igiene, preferibilmente centri abbastanza grandi dove si potrebbero avere garanzie maggiori che il lavoro venga fatto con aghi puliti e nel rispetto di norme igieniche cioè usando aghi monouso, in confezioni sigillate da aprire davanti ai clienti.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Igiene e medicina preventiva
Prov. di Viterbo
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Prov. di Brescia
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Igiene e medicina preventiva e Medicina del lavoro
Verbania (VB)
Specialista in Colonproctologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Cantù (CO)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Messina (ME)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Gastroenterologia
Santeramo in Colle (BA)
Specialista in Gastroenterologia
Catania (CT)
Specialista in Medicina interna e Gastroenterologia
Spinea (VE)
Specialista in Medicina generale e Igiene e medicina preventiva
Padova (PD)