L’ESPERTO RISPONDE

attenti alle manipolazioni!

ho 50 anni e apena ricevuto la presente risposta RM******Data esame 01/06/2011N° 20.992RM COLONNA CERVICALEIndagine eseguita con scansionì effettuate sui piani sagittali ed assiali utilizzando sequenze TSE ed FFE Ti, T2 dipendenti e STIR.Rachide rettilineo per perdita della fisiologica lordosi cervicale.Segni di spondiloartropatia degenerativa... Leggi di più caratterizzati da disidratazione-degenerazione dei nuclei polposi discali e produzioni osteofitosiche marginali somatiche più evidenti a C5-C6 e C6-C7 che appaiono modicamente ridotti di spessore con a carico della spongiosa subcondrale adiacente le limitanti somatiche contrapposte lievi alterazioni distrofico-degenerative.A C3-C4 e C4-05 minime alterazioni discoartrosiche retrosomatiche che determinano limitate impronte sui profilo anteriore del sacco durale.A C5-C6 alterazioni discoartrosiche retrosomatiche aventi maggiore salienza a sede mediana parannediana destra, dove la componente discale risulta maggiormente rappresentata e dove più evidente risulta l'impronta extradurale sullo spazio subaracnoideo premidollare portandosi quasi a lambire la superficie ventrale della corda midollare.A C6-C7 alterazioni discoartrosiche retrosomatiche che assumono aspetto circonferenziale, determinano impronta ad ampio raggio sul sacco durale portandosi a lambire la superficie ventrale della corda midollare. Tali alterazioni si portano ad occupare parzialmente i recessi endorachidei dei forami di coniugazione, in misura appena più evidente a sinistra, con riduzione dello spazio per le radici corrispondenti.Regolarmente rappresentato lo spazio subaracnoideo premidollare nei restanti livelli.Per quanto possibile valutare al solo esame diretto e limitatamente alla presenza dì minimi artefatti da movimento, regolare appare per spessore ed intensità di segnale, nel distretto esaminato, la corda midollare.******i sintomi, da tempo, sono assestati in forte e costante rigidità del collo, perdita parziale di sensibilità anulare sx, emicranie e leggere nausee. finoa d 1 mese fa anche forti dolori al braccio sx, desso quasi scomparsi (non ho fatto terapie)il mio medico di base ha chiesto ad alcuni collleghi che hanno suggerito di fare delle trazionigradirei avere un consulto anche da altri esperti per capire cosa posso fare e soprattuto a quale specialista devo rivolgermi

Risposta del medico
Specialista in Neurologia
La sua è una condizione molto comune, talvolta addirittura asintomatica. Non emergono elementi che facciano pensare chiaramente ad un'attuale compromissione del tessuto nervoso (midollo spinale e radici). Non vorrei che, andandoci a "mettere le mani", si venga a realizzare quello che per fortuna ancora non si è verificato. Saluti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Neurologia
Prov. di Brescia
Specialista in Neurologia
Milano (MI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Neurologia e Neurofisiopatologia
Perugia (PG)
Specialista in Neurologia e Fisiatria
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Psicologia e Psicoterapia
Palermo (PA)
Specialista in Neurologia
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Farmacologia medica
Termoli (CB)
Specialista in Neurologia e Medicina dello sport
Montesano sulla Marcellana (SA)
Specialista in Neurologia
Olbia (OT)