Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12/01/2016

In arrivo la dieta basata sul Dna

in arrivo la dieta basata sul dna
Health & News
Scritto da:
Health & News

Dall'analisi della saliva le informazioni per una dieta personalizzata


In capo a cinque anni le persone potranno perdere peso seguendo una dieta personalizzata basata sui propri dati genetici. La genetista Molly Bray dell'Università del Texas ha coordinato un gruppo di ricerca che ha redatto un documento in proposito pubblicato sull'ultimo numero di Obesity.

Secondo l'esperta nel prossimo futuro sarà possibile avere un approccio completamente diverso da quello attuale quando si deve stilare un regime dietetico finalizzato alla perdita di peso. Partendo dall'analisi di un campione di saliva si possono mettere in relazione i dati genetici con quelli legati all'ambiente, alla dieta, all'attività fisica e allo stress (raccolti grazie a dei sensori automatici) e ottenere alla fine un algoritmo grazie al quale il computer stilerà una serie di raccomandazioni per perdere i chili di troppo.
Leggi anche:
Dieta senza glutine sempre più di moda
Ma gli esperti mettono in guardia dai rischi correlati a una dieta gluten free.

Una combinazione di dati ambientali e genetici per la dieta del futuro

“Entro 5 anni la gente potrà iniziare a utilizzare una combinazione di sofisticati dati genetici, comportamentali e di altro genere per sviluppare piani di gestione del peso personalizzati", ha dichiarato la professoressa Bray.
Una sfida interessante considerato che per adesso grazie alle diete attualmente in voga si riesce a far perdere peso alle persone ma non a far mantenere questo peso forma nel tempo. L'obiettivo è di utilizzare tutti i dati ambientali e genetici per ottenere una serie di raccomandazioni assolutamente personali. 

Il documento fa riferimento anche ad uno studio israeliano che ha coinvolto ottocento persone dal quale è emerso che ciò che viene assunto con la dieta viene metabolizzato in modo diverso da persona a persona.
Inoltre alcuni studi hanno suggerito che il Dna possa in qualche modo influenzare la propensione verso il consumo di alcuni alimenti piuttosto che altri e che l'attività fisica possa essere più efficace per alcune persone e per altre meno. Questi dati, incrociati con quelli legati allo stile di vita, potrebbero rappresentare gli elementi chiave per stilare una dieta estremamente efficace i cui risultati durino nel lungo periodo.  

Guarda anche "Dieta e nutrizione"
TAG: Scienza dell'alimentazione | Nutrizione | Dieta
Health & News
Scritto da:
Health & News