03/04/2015

Malattie causate dai cibi: le cinque regole per prevenirle

Ogni anno due milioni di persone muoiono a causa di cibo poco sicuro. Parassiti, sostanze tossiche, batteri: dalla Diarrea fino ai tumori, il cibo può diventare il nemico numero 1 per la salute e causare fino a 200 malattie diverse.

Come proteggersi? L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilanciato il tema della sicurezza alimentare in vista della Giornata Mondiale della Salute del 7 aprile che vede come tema centrale proprio quello della sicurezza a tavola. E gli esperti dell’OMS hanno proposto cinque strategie utili per prevenire le malattie di origine alimentare. Consigli utili sia per i consumatori finali che per chi maneggia il cibo o prepara pietanze.

Vediamo i 5 consigli.

  1. Pulizia: lavare le mani prima di toccare il cibo, durante la sua preparazione, dopo essere andati in bagno, proteggere la cucina e le superfici sulle quale si lavora, disinfettare strumenti e superfici.
  2. Separare cibi cotti da quelli crudi: vanno divisi ciascuno in un apposito contenitore.
  3. Far cuocere molto la carne, le uova, i frutti di mare, il pollame. Carne e pollo devono diventare di colore chiaro e non solo rosa, minestre e stufati devono raggiungere la temperatura di almeno 70°.
  4. Mantenere il cibo alla giusta temperatura: il cibo cotto non va lasciato a temperatura ambiente per più di due ore. Va sistemato in frigo chiuso in contenitori ad una temperatura inferiore ai 5°. In frigo non conservare il cibo troppo a lungo e attenzione a quando si scongela: il cibo va passato in frigo e non lasciato scongelare a temperatura ambiente.
  5. Usare acqua sicura per lavare e trattare il cibo; attenzione alla data di scadenza degli alimenti.
TAG: Tossicologia medica | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione