Milano 17 giu. (AdnKronos Salute) - Nuove molecole in fase di sviluppo contro la psoriasi e la dermatite atopica severa. L'impegno di Leo Pharma nella ricerca è stato sottolineato durante il 24th World Congress of Dermatology, a Milano. "Ci siamo trasformati molto negli ultimi anni - spiega Fabrio Presutti, direttore medico e responsabile per l'Europa del Sud di Leo Pharma - la nostra azienda ha una governance particolare, fa capo ad una fondazione e come medico questo ci rende orgogliosi, perché il fatturato viene investito in ricerca e nelle attività di tipo scientifico. Una prova è che negli ultimi 3 anni il nostro 'portafoglio molecole' è cresciuto molto, abbiamo inoltre nuove molecole in fase di sviluppo contro la psoriasi e stiamo ultimando lo studio sulla dermatite atopica severa".
"Siamo venuti a Milano - continua Presutti - con un prodotto topico, ovvero una schiuma, che ha dato risultati negli studi davvero incoraggianti. Un altro ambito importante nel quale operiamo è quello delle terapie orfane per le malattie rare: stiamo per lanciare un farmaco per la sindrome di Gorlin".