Milano, 27 mar. (AdnKronos Salute) - Arrossamento, gonfiore, bruciore e sanguinamento minacciano il sorriso e la salute di un esercito di italiani. La bocca è un 'tallone d'Achille' per 8 su 10 e ben 23 milioni soffrono di gengivite, spesso senza rendersene conto. Solo il 57% si rivolge a un esperto, mentre il 43% si affida al consiglio di amici, parenti o al 'dottor Google'. Ma se trascurata, questa condizione può diventare la prima tappa di una rotta che ha per capolinea la parodontite, già conclamata in forma grave per un 10-14% di connazionali a rischio concreto di perdere i denti. Invece, imparando l'abc dell'igiene orale e a chiedere aiuto in tempo, il viaggio può finire diversamente. 'Destinazione: gengive sane'. Si chiama così una campagna lanciata da Gsk Consumer Healthcare in collaborazione con l'Aidi, Associazione igienisti dentali italiani.
Presentata oggi a Milano insieme a un'indagine dell'Istituto di ricerca Gfk, l'iniziativa si svolgerà nei weekend del 13 e del 20 aprile a bordo di alcuni Frecciarossa sulla tratta Milano-Roma. E grazie alla consulenza gratuita di un team di igienisti dentali, permetterà ai passeggeri del treno di scoprire come giocare d'anticipo evitando complicazioni. I professionisti di Aidi saranno a disposizione per un colloquio personale e una valutazione generale dello stato di salute del cavo orale: spiegheranno cosa sono i disturbi gengivali e con che sintomi si manifestano, in che modo potrebbero evolvere e come fermare il viaggio verso l'irreparabile. Perché "solo se affrontati tempestivamente i disturbi gengivali possono essere reversibili", avverte la presidente di Aidi, Antonella Abbinante.
"Per rallentare e/o interrompere il percorso - sottolinea - è importante una corretta routine di igiene orale. Prendersi cura ogni giorno della salute della bocca e affidarsi periodicamente a trattamenti di igiene orale professionale, fatti da un igienista dentale, può davvero fare la differenza. Il nostro viaggio con gli italiani è finalizzato a far comprendere l'importanza dell'agire preventivamente con semplici, ma fondamentali gesti che permettono di mantenere gengive sane in una bocca in salute". Il nemico da tenere lontano è la parodontite, sesta malattia al mondo per incidenza, collegata a una sequela di problemi che vanno dalla perdita del dente all'aggravamento di diabete o patologie cardiovascolari, fino a un pericolo di parto prematuro nelle donne in gravidanza. Senza contare i problemi psicologici e sociali, causati anche solo all'alito cattivo: coinvolge almeno una volta nella vita 30 milioni di italiani e per il 60% è fonte di imbarazzo e difficoltà di relazione. (segue)