Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

05/02/2015

Vitamina C: tutti i suoi benefici

Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Inverno è sinonimo di agrumi e quindi della possibilità di inserire nella nostra dieta tanta Vitamina C (dai 45mg giornalieri per un ragazzino di età compresa tra i 9 e i 13 anni fino ai 90mg quotidiani per un uomo adulto). Ecco perché:

  • la vitamina C può ridurre la gravità dei sintomi del raffreddore e la durata dell’influenza, inoltre è un antistaminico naturale e quindi aiuta a controllare le allergie riducendo i livelli di istamina;

  • è utile nel ridurre le rughe della pelle e aiuta a prevenire il rilassamento cutaneo migliorandone l'elasticità. Protegge la pelle dai raggi UV nocivi del sole;

  • è un fattore essenziale per la produzione di collagene, una proteina presente nei tessuti connettivi del corpo (pelle, tendini, legamenti, muscoli etc). Pertanto la vitamina C è particolarmente utile nella guarigione delle ferite di ogni tipo. Accelera il processo di guarigione e aiuta a recuperare più velocemente;

  • ha un ruolo importante nell’azione di protezione del cervello e del nostro sistema nervoso, dagli effetti dannosi dello stress. Questo perché la vitamina C è necessaria alla sintesi degli ormoni dello Stress come adrenalina e nor-adrenalina;

  • ha un ruolo cruciale nella riduzione del livello di colesterolo nel sangue. Aumenta, infatti, la conversione del colesterolo in sali biliari che possono essere facilmente eliminati dal nostro organismo;

  • diversi studi hanno mostrato che anche piccole dosi di vitamina C, possono aiutare a migliorare la dilatazione dei vasi sanguigni in quelle persone che soffrono di angina pectoris, insufficienza cardiaca congestizia e pressione alta;

  • ha eccellenti proprietà antiossidanti per cui aiuta a distruggere i Radicali liberi che possono causare danni alle pareti delle arterie e aumentare il rischio di malattie cardiache;

  • regola i livelli di zucchero nei diabetici;

  • aiuta nel trattamento del cancro, potenziando gli effetti dei farmaci chemioterapici soprattutto nei confronti del tumore al polmone o all’ovaio;

  • può ridurre lo sviluppo di disturbi neurologici, in particolare la progressione delle demenza e di altre malattie neurologiche come la sindrome di Alzheimer;

  • aiuta a ridurre l’affanno perché riduce sostanzialmente il restringimento delle vie aeree;

  • allevia i sintomi dell’asma in quanto antiossidante e antistaminico;

  • riduce i sintomi dell’artrite alleviando dolore, Infiammazione e gonfiore delle articolazioni. Inoltre aiuta a mantenere la salute delle articolazioni e la loro flessibilità;

  • riduce il rischio di cataratta perché la lente dell'occhio ha bisogno di elevata quantità di vitamina C per eliminare tutti i radicali liberi che si generano a causa dell’esposizione alla luce solare diretta;

  • può uccidere i batteri che causano la tubercolosi.
TAG: Scienza dell'alimentazione | Nutrizione | Inverno
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche