Fa bene alle ossa, al sistema nervoso e aiuta ad assimilare meglio le vitamine: è il magnesio, un minerale importantissimo per il nostro organismo. A cosa serve? Il magnesio è fondamentale per la produzione di energia e interviene in oltre 300 reazioni cellulari.

Che cos’è il magnesio

Il magnesio è l’ottavo elemento in ordine di abbondanza sulla nostra Terra e costituisce circa il 2,3% della crosta terrestre sotto forma di composti diversi (carbonati, ossidi, solfati, silicati e cloruri). Allo stato puro questo minerale si presenta lucente e di un colore grigio scuro-argenteo. Negli organismi viventi, il magnesio ha un ruolo importante all’interno di molte reazioni fisiologiche. Per esempio, è necessario all’assimilazione del fosforo, del calcio e del potassio.

In una persona adulta, il magnesio è generalmente presente con una quantità che varia tra i 20 e i 28 grammi, il 50-60% dei quali è concentrato nelle ossa, il 39% nei tessuti molli e solo l’1% nel sangue. È considerata normale una concentrazione di magnesio compresa tra 0,75 e 0,95 mmol/L (millimoli per litro). Il fabbisogno giornaliero raccomandato è di 300 mg (valore di riferimento europeo). Questo numero può variare però in base all’età e alla persona: è più elevato in gravidanza e allattamento e oltre i 65 anni.

Magnesio, a cosa serve

Il magnesio è il cofattore di oltre 300 enzimi che controllano processi molto diversi fra loro, dalla sintesi delle proteine al funzionamento dei muscoli e dei nervi, fino al controllo della glicemia e della pressione sanguigna.

Il suo campo d’azione è dunque molto vasto. Si può dire che il magnesio è indispensabile per la salute di tutti gli apparati: è necessario per la produzione di energia e per i processi di glicolisi, partecipa allo sviluppo strutturale dell’osso, serve al trasporto del calcio e del potassio attraverso le membrane cellulari essenziali per la trasmissione dell’impulso nervoso, la contrazione muscolare e il battito cardiaco. Ed è richiesto, infine, per la sintesi del DNA, dell’RNA e del glutatione, un importante antiossidante.

Il magnesio concorre al buon funzionamento del sistema cardio-circolatorio, mantiene in forma l’apparato muscolo scheletrico, diminuendo il rischio di crampi, lussazioni e fratture. Costituisce inoltre anche un ottimo rimedio depurativo, perché promuove l’eliminazione delle scorie, e un aiuto per attenuare i sintomi della sindrome pre-mestruale.

Una carenza di magnesio può verificarsi in condizioni di stress, stanchezza, abbassamento del tono dell’umore. In questi casi si potrebbero avere difficoltà di concentrazione, insonnia, debolezza o disturbi gastrointestinali. Per assumere eventuali integratori di magnesio rivolgersi prima al proprio medico per un parere esperto.

Magnesio, i cibi in cui trovarlo

Il magnesio è presente in quasi tutti gli alimenti, ma ne sono particolarmente ricche le verdure a foglia verde: come gli spinaci, le bietole, i cavoli, cavolini di Bruxelles, rucola, cicoria, broccoli. Abbondante nei legumi, nella frutta secca, nei semi e nei cereali integrali, dove il magnesio è contenuto sia nel germe che nella crusca. I cereali che ne contengono di più sono il miglio e il grano saraceno.

Per quanto riguarda la frutta, ne sono una buona fonte le banane. In generale, sono ricchi di magnesio anche tutti gli alimenti che hanno molte fibre.