Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

La lingua gialla: ecco tutte le possibili cause e alcuni rimedi

la lingua gialla ecco tutte le possibili cause e alcuni rimedi
Rosaura Bonfardino
Scritto da:
Rosaura Bonfardino
Giornalista esperta in salute e benessere

Si tratta in genere di una condizione benigna che non deve destare particolari preoccupazioni se non in casi rari. A chi non sarà capitato, infatti, nel corso della vita di ritrovarsi la lingua gialla e di preoccuparsi pensando al peggio?
Essa si verifica, in genere, quando le papille gustative si allargano per colpa di batteri che producono dei pigmenti  che danno diva a un un rivestimento giallo.

Cause

Come anticipato, si tratta di una condizione per lo più innocua dal momento che le cause possono essere di varia natura. A causarla, infatti, può essere una scarsa igiene orale, l'utilizzo di un tabacco piuttosto pesante, la disidratazione, la febbre, una terapia antibiotica o farmaci contenenti bismuto. E ancora la respirazione attraverso la bocca o l'utilizzo regolare e costante di colluttori contenenti agenti ossidanti, come il perossido o agenti astringenti, come amamelide o mentolo. Raramente, però, la lingua gialla può essere anche segno di ittero, un ingiallimento degli occhi e della pelle che potrebbe indicare problemi al fegato o colecisti.

Ittero

Si tratta di una sindrome caratterizzata da colorazione giallastra o della lingua, ma anche di cute, occhi, sclere e liquidi corporei. Esso si manifesta quando il livello di bilirubina nel sangue raggiunge il valore di 3 mg%. Si tratta di un fenomeno molto frequente nei neonati che riguarda quasi il 60% dei nati a termine e l’80 % dei prematuri. La causa della sua diffusione nel sangue è in genere dovuta a un’eccessiva distruzione di globuli rossi, fattore che si verifica ad esempio in alcune forme di anemia, o a una ridotta capacità del fegato a trasformarla nella forma diretta. Un fenomeno che non deve destare particolari preoccupazioni a meno che i sintomi evidenti siano accompagnati da dolori diffusi. Un dolore alla bocca dello stomaco o al fianco destro, con aumento di bilirubina diretta fa propendere per un’ostruzione delle vie biliari. Se invece l'ittero è accompagnato da nausea e vomito, il rischio può essere quello di un’epatite virale acuta.

Trattamento

Per quanto riguarda i trattamenti più semplici e immediati, per escludere cause più gravi, è possibile innanzitutto pulire le lingua con un raschietto o uno spazzolino da denti adatto. Utile può essere provare a diminuire l'utilizzo di tè, caffè o tabacco. Se, invece, non vi sono ragioni apparenti, si consiglia di consultare il medico, soprattutto se i sintomi non si risolvono nel giro di pochi giorni. A volte, infatti, la lingua gialla può essere anche il sintomo di un'infezione da Candida o da HIV e malattie epatiche.

18/07/2018
19/05/2016
TAG: Bocca e denti | Gastroenterologia | Medicina generale | Odontoiatria | Terapie | Valori normali | Fegato | Medicina interna | Infezioni
Rosaura Bonfardino
Scritto da:
Rosaura Bonfardino
Giornalista esperta in salute e benessere