Merenda pomeridiana: come farla in modo sano

merenda pomeridiana come farla in modo sano

Dopo il riposino pomeridiano ai bambini è raccomandato consumare una merenda, così come a metà mattinata, solitamente a scuola, si fa la pausa per la merenda mattutina. Momento importante della giornata del bambino, viene invece spesso sottovalutato dalle mamme oppure considerato, al contrario, un pretesto per far rimpinzare il proprio figlio.

Ebbene, come sempre la virtù sta nel mezzo. La merenda di metà pomeriggio è un momento importante da sfruttare per non far arrivare il bambino troppo affamato a cena, ma anche un momento da valutare nella giusta luce alimentare per far crescere i ragazzi in tutta salute anche a tavola.

Al primo posto nel Cuore delle mamme italiane c'è quasi sempre il panino, solitamente con un affettato o con il formaggio. Non è sbagliato, purché si evitino salse ricche come ketchup e maionese, tanto amate dai bambini. Anche le merendine confezionate sono molto gettonate ed alcune di essere sono veramente l'ideale per spezzare la fame del pomeriggio.

L'importante è scegliere quelle con meno grassi e Zuccheri. Ad alcuni bambini può essere proposto un pacchetto di crackers; non sempre è una buona scelta, soprattutto se è l'abitudine. I crackers, infatti, non soltanto saziano poco, ma sono a base di farina, acqua e grassi vegetali, quindi sono leggeri soltanto a parole. Una buona alternativa è la frutta di stagione, anche se pochi bambini sono veramente golosi di frutta.

Attenzione a non scegliere la frutta fuori stagione, perché costa troppo ma soprattutto non è genuina. Se siete amanti dei dolci fatti in casa, potete proporre questo ai vostri figli; attenzione però a non esagerare con le dosi di zucchero e burro, perché altrimenti dovrete limitare le porzioni ed eventualmente integrare la merenda con qualcosa di meno calorico.

Assolutamente da evitare, invece, i cibi molto grassi, come le patatine, i popcorn, le palline di mais e via dicendo. Eventualmente concedete al vostro bambino questo strappo soltanto una volta ogni due settimane, ma con sacchetti di quantità molto ridotte.

Una merenda sana

Per fare in modo che la merenda sia veramente un momento di Alimentazione sana, potete seguire questi consigli:

  • fate sempre in modo che i pasti della giornata siano cinque: colazione, merenda mattutina, pranzo, merenda pomeridiana, cena;
  • non proponete al bambino una merenda troppo ricca, altrimenti rischia di non mangiare durante il pasto principale;
  • se fa qualche sport nel pomeriggio, potete proporgli una merenda leggermente più ricca, se non è in sovrappeso;
  • lasciate che tra la merenda ed il pasto principale passino almeno due ore; in questo modo, il bambino non arriverà affamatissimo al pasto successivo e mangerà senza problemi;
  • evitate che la merenda venga consumata mentre studia o guarda la TV o gioca; fate in modo che la pausa sia veramente una pausa da tutto ciò che fa di pomeriggio;
  • invogliatelo a muoversi spesso per smaltire ciò che mangia durante la giornata.
 
19/05/2016
28/02/2013
TAG: Scienza dell'alimentazione | Nutrizione | Bambini