Smart Health: Internet delle cose (IoT) e servizi digitali per una salute interattiva

smart health internet delle cose iot e servizi digitali per una salute interattiva
Marina Peluso
Scritto da:
Marina Peluso
Esperta in Digital Health
Le tecnologie digitali stanno aprendo degli scenari di trasformazione nella gestione della cura e della salute delle persone senza precedenti. I progressi fatti sono sempre più evidenti e vanno ben oltre l’utilizzo di mobile app per monitorare i propri parametri biomedici e migliorare le proprie prestazioni.
 

Salute e Internet delle Cose: quali sviluppi?

Oltre allo sviluppo di dispositivi intelligenti che interagiscono con il corpo, infatti, un contributo sostanziale alla trasformazione dei servizi sanitari è da attribuire all’irruzione nel panorama tecnologico del cosiddetto Internet delle cose (Internet of Things), ovvero la capacità degli oggetti di comunicare tra di loro. Questa, unita all’integrazione di sensori di vario genere, rappresenta una notevole opportunità di sviluppo nell’ambito sanitario e socio-assistenziale.
 

Smart Health e l'assistenza agli anziani

Di questo e di molto altro si parlerà a Smart Health, il convegno in programma l’11 maggio al Centro di Guida Sicura ACI-Sara di Arese. L’incontro prevede una folta rappresentanza di professionisti che operano nell’innovazione digitale in ambito sanitario, ed è realizzato da Innovability in collaborazione con Fondazione Don Gnocchi.  Ben dieci gli oratori, moderati da Furio Gramatica, Head of Health Tech Assessment, che parleranno di progetti innovativi e di come sfruttare le tecnologie per creare modelli assistenziali migliori.
 
Uno dei temi del convegno riguarderà la de-ospedalizzazione. In un’epoca in cui la popolazione è sempre più anziana, una delle maggiori opportunità create dall’IoT è proprio quella di favorire la continuità assistenziale per le persone affette da patologie e disabilità croniche anche da casa.
 
In tal senso un progetto interessante sarà quello presentato da Fausto Preste, CEO GRAMPiT, una startup innovativa che ha sviluppato il primo sistema di assistenza agli anziani che li aiuta nelle attività quotidiane. GRAMPiT assiste attivamente l'anziano fornendogli le informazioni di cui ha bisogno in maniera interattiva. Monitora l'assistito e gli ambienti da lui abitati, rileva la mancata esecuzione delle attività importanti e avvisa la famiglia in caso di necessità.
Leggi anche:
Grazie a Digital Magics e Healthware International arriva in Italia un programma di accelerazione dedicato alle startup del settore health.
 

Disruptive Week: le tecnologie emergenti pensate per il cittadino

Il convegno fa parte del palinsesto della Disruptive Week Milan, una settimana di eventi nazionali e internazionali dedicati allo sviluppo di tecnologie emergenti e cosiddette “disruptive”, con particolare focus su Internet of Things (IoT), Robotics, Smart Energy, Wearable, Machine Learning, Smart Home e Industry 4.0.
 
La manifestazione ha ufficialmente inizio Lunedì 9 maggio, presso i locali Talent Garden di Via Merano 16, con una conferenza sull’Open Innovation, intesa come nuova modalità di business che coinvolge le piccole aziende e le istituzioni, le startup e gli investitori. A moderare Layla Pavone, Amministratore Delegato Industry Innovation Digital Magics. Tra i relatori Roberto Ascione, CEO Healthware International e Partner Digital Magics HealthTech, Mario Molinari, Amministratore Unico Mover Investimenti, Lucia Chierchia, Open Innovation, Director Electrolux Group, Fabio Di Gioia, Fondatore e CEO Foodscovery e Marco Guarna, Managing Director, Euro Engineering Italia.
 
L’evento si estende poi sul territorio utilizzando più luoghi, dal centro cittadino fino a tutta la città metropolitana di Milano e vedrà complessivamente la partecipazione di circa 3000 visitatori professionali, qualificandosi come esclusiva vetrina per presentare prodotti e soluzioni tecnologiche innovative.
 
I temi affrontati dagli eventi in palinsesto sono di grande attualità e hanno ricadute su ambiti interessanti non solo per i professionisti ma anche per i cittadini - smart home, assisted living, risparmio energetico, ecc.. - e con evidenti impatti sociali, come la robotica utilizzata in ambito sanitario.
 
 
10/05/2016
05/05/2016
TAG: Digital health
Marina Peluso
Scritto da:
Marina Peluso
Esperta in Digital Health