Cancro dell'utero: prevenzione e diagnosi

cancro dell utero prevenzione diagnosi
Ginecologia e ostetricia

L'utero è l'organo dell'apparato riproduttivo femminile che durante la gravidanza ospita l'embrione in fase di sviluppo. Ha la forma di un imbuto rovesciato con il collo, chiamato cervice uterina, collegato direttamente alla vagina. L'utero e la cervice uterina (collo dell'utero) sono le zone soggette allo sviluppo di cellule tumoriali, causato prevalentemente da un'infezione da Papillomavirus (HPV).  

Che cos'è il Cancro dell'utero?

È un tumore in cui alcune delle cellule dell'utero cominciano a crescere in maniera incontrollata ed eventualmente ad invadere altri organi.

Qual è la sua diffusione?

In Italia il cancro del collo dell'utero ogni giorno colpisce 9 donne e provoca la morte di 3 donne. Il tumore della cervice è il quarto tumore più frequente nelle donne nel mondo e il secondo più comune nelle giovani donne tra i 15 e i 44 anni. In Europa ogni anno si riportano circa 33.000 nuovi casi di tumore della cervice uterina e 15.000 morti. 

Come viene diagnosticato?

Il cancro del collo dell'utero viene diagnosticato col Pap-Test. La diagnosi precoce aumenta le possibilità di trattare con successo il cancro, quindi è consigliabile sottoporsi al test regolarmente.

Qual è la causa del cancro del collo dell'utero?

Il cancro del collo dell'utero è causato da un Virus chiamato Papilloma Virus Umano (HPV). Il Papilloma Virus può trasformare le cellule della cervice normali in cellule anomale che, in alcuni casi e in un lungo periodo di tempo, possono evolvere in cellule tumorali.

Come si trasmette il Papilloma Virus Umano?

Il Papilloma Virus si trasmette mediante rapporti intimi e sessuali (non necessariamente completi) con persone che lo hanno già contratto. Il Papilloma Virus spesso è silente: è stato stimato che il 70% delle donne entra in contatto con esso, anche se nel 90% dei casi il virus viene eliminato dall'organismo senza complicazioni.

Come ci si difende?

Il nuovo vaccino contro l’HPV rappresenta una grande opportunità nella lotta contro il cancro del collo dell’utero, in quanto consente di proteggere dal un tumore e dalle lesioni precancerose che lo precedono. La prevenzione e la diagnosi precoce restano in ogni caso le armi principali contro questo tipo di cancro.

Quando vaccinarsi?

Il Sistema Sanitario Nazionale offre gratuitamente il vaccino alle dodicenni, considerate rappresentanti ideali della soglia di sbarramento antecedente all’inizio dei primi rapporti sessuali. Questo viene considerato il momento più opportuno per eseguire il vaccino ed ottenere il massimo dei risultati in termini di efficacia.

Per approfondire guarda il video dell'intervista al Dott. Agostino Menditto, Ginecologo, Responsabile Unità di Ostetricia presso CLINICA MEDITERRANEA - STRUTTURA OSPEDALIERA AD ALTA SPECIALITA'

01/03/2017
15/01/2014