Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Afa: sport? Si può con una corretta idratazione

afa sport si puo con una corretta idratazione

Finalmente è arrivato il momento di staccare dalla routine quotidiana e dedicarsi a se stessi, seguendo i ritmi richiesti dal nostro Organismo e non quelli imposti da lavoro ed impegni; questi ultimi, infatti, scompaiono lasciando spazio alle nostre passioni, ai nostri hobby ed alla tanto agognata vita all’aria aperta. Certo, l’afa tipica di questi mesi non facilita la nostra intraprendenza in termini di attività fisica e spesso ci spinge ad oziare all’ombra piuttosto che pensare al benessere del nostro corpo. 

Quali sono allora gli sport più adatti a questa stagione?

Un giro in bicicletta e un corsetta al parco con gli amici sul finir della giornata, quando il clima si rinfresca; oppure una semplice passeggiata veloce in spiaggia o al parco, che riattiva il nostro metabolismo pur non richiedendoci uno sforzo esagerato. Naturalmente poi il nuoto, un ottimo esercizio aerobico, da sempre consigliato dai medici, che aumenta la flessibilità corporea senza stressare le articolazioni.
Tutti questi sport sono ottimali per la nostra salute e ci permettono di stare in movimento senza fare eccessiva fatica. Fattore importante soprattutto se avete praticato una scarsa attività fisica durante l’inverno: meglio non esagerare e andare per gradi.

Qualunque sia lo sport che scegliamo, estrema attenzione va comunque posta al nostro equilibrio idrico. Rischiamo infatti di causare scompensi importanti al nostro organismo se non lo idratiamo correttamente. 

L’acqua necessaria giornalmente a una temperatura di 20°C può infatti triplicare se la temperatura sale a 40°C, cosa peraltro non così inverosimile sotto il sol leone; se aggiungiamo anche l’attività sportiva si può ben capire quanto sia vitale reintegrare i liquidi persi.

Questo è un aspetto importante di cui spesso ci si dimentica quando ci si diverte, come ad esempio durante una partita di beach volley o di racchettoni con amici, oppure quando si praticano sport acquatici. La sensazione di sudare è quasi assente, ma il corpo brucia lo stesso calorie e di conseguenza c’è la medesima perdita di liquidi e sali minerali, anche se non è evidente come durante una corsa.

Ecco quindi qualche buona regola pratica da tenere sempre a mente durante l’attività fisica anche in vacanza:
1. bere abbondantemente durante i pasti, evitando Caffeina e alcol che sono diuretici, per cui contribuiscono ad una maggiore eliminazione di liquidi dall’organismo;
2. bere prima, durante e dopo l’attività fisica (uno o due bicchieri d’acqua nell’ora precedente, poi ogni 20-30 minuti mentre facciamo sport);
3. soprattutto negli sport di lunga durata bere continuamente piccole quantità, un bicchiere di acqua minerale ad esempio a intervalli regolari (ogni 20 minuti), anticipando la comparsa dello stimolo della sete;
4. preferire le acque ricche di minerali, quali il Calcio (essenziale per la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare), il ferro (che entra nella composizione dell’emoglobina, molecola di trasporto dell’ossigeno), il magnesio e il potassio (per facilitare la contrazione dei muscoli, il sodio e il cloro per la regolazione del bilancio idrico), tutte informazione facilmente consultabili in etichetta;
5. meglio se a temperatura ambiente, così da non abbassare la temperatura corporea e venire assorbita più facilmente dall’organismo rispetto all’acqua fredda. In più l'acqua gelata può facilmente provocare una congestione, soprattutto quando si è accaldati.

 

Per approfondire

  • Mens sana in corpore sano? L'attività fisica giusta per il tuo benessere soggettivo, la corretta idratazione per farla al meglio


Endorsed by:

 

Osservatorio Sanpellegrino
09/04/2015
18/07/2013
TAG: Medicina dello sport | Estate | Sport e Fitness | Benessere psicofisico