Sci: allenamento e giusta nutrizione

sci allenamento e giusta nutrizione

Lo sci è uno sport molto complesso, sia per le condizioni ambientali in cui viene praticato, sia per la necessità di disporre di un'attrezzatura di buon livello, sia per la preparazione fisica che richiede.

In compenso, è tra le discipline sportive più efficaci, divertenti e piacevoli, a patto che venga sempre praticato in condizioni di assoluta sicurezza (su piste idonee, in condizioni di sorveglianza e sotto la guida di un maestro, se si è inesperti) e con prudenza. Anche gli sciatori più abili ed attenti, infatti, possono incappare in qualche caduta, non sempre senza conseguenze.

Lo sci alpino, molto più impegnativo di quello nordico, è sconsigliato oltre una certa età, per i rischi di traumi cui si va incontro, e non può essere praticato prima dei nove anni di età.

Sci: la giusta preparazione

Come consigliano molti medici di medicina sportiva, prima di intraprendere l'attività sciistica è opportuno fare un corso di ginnastica presciistica e un allenamento di tipo aerobico.

Un fisico non allenato, infatti, accusa precocemente la stanchezza, e diventa più difficile mantenere il necessario controllo dell'attività neuromotoria: data anche la velocità della discesa, è facile poi subire una caduta e riportare dei traumi.

Mezz'ora al giorno di esercizi, circa nei due mesi precedenti la stagione sciistica, possono bastare per presentarsi sui campi in buona forma, magari abbinando, quando possibile, un po' di jogging.

Prima della discesa

Prima di iniziare la discesa, poi, è consigliato qualche esercizio di riscaldamento, per preparare muscoli ed articolazioni allo sforzo che sarà richiesto. La muscolatura degli arti inferiori deve essere solida e le articolazioni del ginocchio in forma, perché queste sono le parti più sollecitate dallo sci.

Sci: i consigli nutrizionali

Dal punto di vista nutrizionale, lo sci richiede l'apporto di un buon quantitativo di calorie prima della discesa: una colazione di cereali, frutta e latte è particolarmente indicata, anche perché il clima freddo non favorisce la Digestione, ed è quindi necessario ingerire alimenti leggeri.

Per chi soffre di cali di Zuccheri, può tornare utile portare con sé cioccolata o caramelle.

Il sole sulla neve?

Nonostante molte persone non lo sappiano, in montagna è facile scottarsi: sono d'obbligo occhiali da sole molto protettivi e creme solari idratanti e con filtro.

Leggi anche:
Cereali: tipi e proprietà
I cereali sono alimenti fortemente consigliati dai nutrizionisti, scopri perché.
12/02/2016
27/01/2011
TAG: Medicina dello sport | Nutrizione | Sport e Fitness