Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Iridologia: l'importanza di guardarsi negli occhi

iridologia l importanza di guardarsi negli occhi

Una volta erano lo specchio dell'anima, ora sono anche lo specchio della salute del nostro organismo. Gli occhi non parlano soltanto al cuore, ma anche a medici specialisti di una medicina alternativa che sta prendendo sempre più piede, l'iridologia. Si tratta di una scienza di pochi anni, ma che ha già molti punti di riferimento. Essa individua zone del corpo attraverso l'iride, la parte colorata degli occhi.

L'idea di conoscere patologie organiche a partire dall'iride nacque in seguito ad un evento che coinvolse un bambino ungherese, un certo Ignaz von Peczely, successivamente diventato medico, che si prese cura di un gufo dall'ala spezzata e notò nei suoi grandi occhi una diradazione della trama nell'iride. Quest'idea fu poi supportata anche da alcuni studi del pastore protestante svedese Nils Liljequist, il quale notò che alcuni farmaci riuscivano a far cambiare di colore l'iride.

In realtà, l'iridologia non cura definitivamente le malattie, ma affianca la medicina tradizionale, fornendo dei particolari che altrimenti passerebbero inosservati. Può far capire, ad esempio, dettagli sul nostro passato, anche dal punto di vista psicologico, che hanno portato allo sviluppo di una determinata Patologia, oppure può identificare qualcosa di strano in qualche Organo che vale la pena indagare meglio.

È possibile, lungo la sua corona, distinguervi le tappe della vita e leggerne gli episodi che hanno scosso l'organismo, come lutti oppure avvenimenti tristi. Inoltre, come in una mappa, l'iridologo riesce a leggere le macchie che si trovano nell'iride ed i vari colori che esse assumono.

Negli ultimi anni l'iride sta diventando anche un metodo di identificazione. Essa, infatti, è più precisa delle impronte digitali e, come queste, è unica al mondo; neanche i gemelli monovulari ne hanno due uguali. Basterà, quindi, un apparecchio che identifichi l'iride per prelevare soldi al bancomat, entrare in luoghi protetti (nei caveau delle banche, ad esempio), o anche più semplicemente in uffici particolari o a casa propria senza l'uso di codici, carte magnetiche o di chiavi, che possono essere facilmente riprodotte o rubate.

21/07/2015
10/07/2015
TAG: Oftalmologia | Occhi | Vista