Al volante con il diabete

al volante con il diabete
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Guidare con il finestrino aperto e i capelli al vento, ascoltando la musica a tutto volume piace a molti. Altri, invece, lo odiano. Ma, in un modo o nell’altro, guidare è qualcosa che la maggior parte fa nella propria quotidianità, anche se si è affetti da qualche patologia.
Cosa succede, per esempio, alle persone diabetiche? Al momento del rinnovo della patente, le persone con diabete devono presentare una certificazione medica rilasciata dallo specialista diabetologo operante presso struttura pubblica o privata accreditata e convenzionata che attesti l’idoneità alla guida.

Cosa succede se non si dichiara di avere il diabete? Non dichiarare di avere il diabete significa andare incontro a reato di falso e infrazione. E non vale la ‘scusa’ del non sapere perché la legge, in tal senso, non ammette ignoranza.

 

Cosa fare per evitare le ipoglicemie?

Vertigini, mancanza di concentrazione e disorientamento che potrebbero manifestarsi nei soggetti diabetici sono la combinazione perfetta per causare un incidente. Per questo è necessario prestare la massima attenzione alla guida e seguire pochi consigli per evitare l’abbassamento di zuccheri nel sangue:

  • Controllare la Glicemia subito prima di mettersi al volante. Se il livello di Glicemia è tra 75 e 90 mg/dl mangiare un frutto e bere una bibita zuccherata. Se il valore è tra 50 e 75mg/dl, bere un succo di frutta o qualsiasi bevanda zuccherata. Ricontrollare se c’è stata variazione dei valori della glicemia a distanza di qualche minuto ed eventualmente mangiare un biscotto o un toast. Con un valore inferiore a 50 dovrebbero avvertirsi già i sintomi di ipoglicemia. In questo caso è preferibile bere un succo o qualche bibita zuccherata (non più di mezzo bicchiere). Finché la glicemia non sale mangiare carboidrati ad assorbimento lento e non prendere la macchina.
  • Portare con sempre con sé qualcosa da mangiare in caso di ipoglicemia: caramelle, frutta, alimenti freschi e  pasticche di glucosio.
  • Sudore, mancanza di concentrazione, sonnolenza, vertigini: sono un preavviso di ipoglicemia. Se iniziate ad avvertirli cercare subito un posto dove fermarsi con la macchina. Successivamente bere/mangiare qualcosa per l’ipoglicemia: caramelle, bevanda energetica, frutta.
  • Seguire rigorosamente il piano alimentare disposto dal proprio medico. Non saltare i pasti.
  • Non bere alcol. Bere aumenta gli effetti dei  farmaci e, per questo, il pericolo di Ipoglicemia è più alto.
  • Seguire scrupolosamente la terapia.
  • Non mettersi alla guida senza aver prima controllato i livelli di glicemia.
  • Se si devono percorrere lunghi tragitti in auto, è consigliabile farsi accompagnare da qualcuno che sappia cosa fare in caso di ipoglicemia.
  • Sottoporsi a regolari visite dal diabetologo e dall’oculista.
Leggi anche:
Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dall'iperglicemia, un aumento della concentrazione di zucchero nel sangue.
17/11/2016
25/12/2012
TAG: Endocrinologia e malattie del ricambio | Diabete | Salute in viaggio
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche