Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

In partenza per le vacanze? Una bottiglietta d'acqua è la tua irrinunciabile compagna di viaggio

in partenza per le vacanze una bottiglietta d acqua e la tua irrinunciabile compagna di viaggio

L’estate è arrivata e con essa si avvicinano le meritate vacanze, magari verso lidi assolati e lontani. C’è chi le ha prenotate a gennaio e chi si è affidato ad un lastminute, per cercare la migliore offerta, ma ancora una volta la maggior parte degli italiani si sta per mettere in viaggio. Anche se forse gli aeroporti saranno meno congestionati e per il primo anno non sono previsti giorni da bollino sulle nostre autostrade, viaggiare sicuri e in salute è un imperativo per tutti i vacanzieri.

Controllare la propria autovettura, premunirsi con l’occorrente più adatto a seconda della nostra destinazione, segnarsi tutti i numeri utili sono accorgimenti che possono fare la differenza tra una vacanza serena e un’avventura non proprio divertente. Ma, il tenore delle nostre ferie è fatto anche di piccole attenzioni che ci aiutano a raggiungere e mantenere quel benessere che in vacanza più che mai vorremmo sperimentare appieno.

Uno di questi, eppure uno dei più sottovalutati, è proprio l’Idratazione.

Tenere sotto controllo il nostro “radiatore biologico”, per non incorrere in un deficit idrico ad esempio durante lunghi viaggi ad alte temperature, è una semplice regola d’oro che pochi hanno ben a mente. Eppure, perdita di concentrazione, stanchezza e spossatezza – primi sintomi di un’idratazione non adeguata – possono mettere a dura prova il nostro corpo durante l’esodo agostano anche più dei chilometri e delle code.

Ma sono tanti i piccoli-grandi fastidi “da viaggio” che una corretta idratazione ci può aiutare ad evitare. Ad esempio quelli legati all’immobilità a bordo di mezzi di trasporto: crampi, gonfiori o problemi circolatori, che possono rischiare di farci iniziare le vacanze con il piede sbagliato!  Rimanere seduti a lungo può infatti comportare un problema alla circolazione sanguigna (che in alcuni casi può sfociare anche in patologie serie, come ad esempio la Trombosi venosa profonda agli arti inferiori). Il meccanismo che aumenta il rischio è rappresentato dalla stasi del Sangue causata infatti dall’immobilità della posizione seduta, associata ad altri fattori quali la ritenzione di liquidi nelle gambe, la riduzione dell'ossigeno nell’ambiente in cui si viaggia, l'attivazione della coagulazione e l’Emoconcentrazione dovuta a disidratazione.

Una corretta idratazione, come dimostrano numerose ricerche, contribuisce a rendere il sangue meno viscoso, riducendo il rischio di trombosi e in generale alleviando le conseguenze di una “stasi” prolungata.

Ancora, tra i benefici che l’acqua mette a nostra disposizione durante un lungo viaggio non può non essere ricordato quello dell’idratazione della pelle: sia che siamo al sole, sia che siamo in un ambiente con aria condizionata fissa (tipo un aereo durante una traversata transoceanica) la giusta assunzione di acqua evita più facilmente alla nostra pelle secchezza e irritazioni.

Semplice e incontestabile: una bottiglietta di acqua sempre piena in borsa è un’irrinunciabile compagna per godersi appieno le vacanze in totale relax e salute!

 

Per approfondire

  • L’alimentazione del proprio organismo parte da una corretta idratazione, l’acqua minerale come nutraceutico che può favorire il tuo benessere
  • Corretta idratazione, il rimedio naturale e prêt-à-porter contro la cellulite


Endorsed by:

 

Osservatorio Sanpellegrino
08/04/2015
31/07/2013
TAG: Medicina generale | Salute in viaggio | Estate